Un anno di traguardi per i nostri Alumni

Nel corso del 2022 sono stati tantissimi gli ex studenti dell'Università di Bologna che hanno ricevuto importanti riconoscimenti sia a livello nazionale che internazionale.

Pubblicato: 17 gennaio 2023 | Riconoscimenti

È stato un anno pieno di soddisfazioni per la nostra Associazione che abbiamo visto crescere e arricchirsi di persone, incontri ed esperienze. Una delle ricchezze più grandi che la nostra Community non smetterà di celebrare è il talento che la nostra Alma Mater culla e fa sbocciare. Tanti sono stati i talenti, studenti ed ex studenti del nostro Ateneo, che hanno ricevuto premi e riconoscimenti nel corso del 2022.

Come buon auspicio per l’anno appena iniziato ripercorriamo l’anno passato rivivendo i successi dei nostri Alumni.

Gennaio

Michael Benfatti riceve il premio Gregorio di Agrigento. Dei due premi consegnati quest'anno, Benfatti ha vinto quello pensato per gli studi in campo archeologico.

Il dottorando dell'Alma Mater è infatti tra i membri del gruppo di ricerca che anima il Progetto Unibo dedicato all’indagine archeologica e allo studio dell’edilizia abitativa dell’antica città greca di Akragas. Avviato nel 2016, il progetto si concentra su un intero isolato dell'antica città (l’Insula III del Quartiere ellenistico-romano), e i risultati delle ricerche hanno oggi condotto allo scavo di un'intera abitazione di età ellenistica (la Casa III M).

Febbraio

Cecilia Bacchini si aggiudica il premio Gratton grazie alla sua tesi di dottorato sulla formazione stellare. Un riconoscimento di cui ci ha parlato anche in una intervista per il nostro progetto di storytelling Alumni Stories.

Marzo

I brevetti di Enrico Buscaroli Matteo Poggi vincono a Dubai l’Intellectual Property Award.

Guidalberto Bonora, Andrea Pesce e Chiara Marconi vengono inseriti nella classifica di Forbes dei talenti italiani under 30 più influenti.

Aprile

Matteo di Giosia, assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Chimica "Giacomo Ciamician" riceve il Premio Giovani Ricercatori 2022 della Società Italiana di Fotobiologia per uno studio sull'utilizzo dell'effetto fotoacustico per identificare e colpire selettivamente le cellule tumorali.

 

Maggio

Giuseppe Sposato è tra i vincitori del Premio America Giovani promosso dalla Fondazione Italia USA.

I docenti Claudio Borghi e Michele Bartoletti ottengono due importanti riconoscimenti per i loro contributi in ambito medico: il primo è stato insignito del premio Young Investigator 2022, il secondo del Peter Sleight Excellence Award in Hypertension Clinical Research 2022.

Graziana Alì riceve il premio Argis per la tesi di laurea sul terzo settore e le imprese sociali.

Giugno

Marisa Brienza, Agnese Chiatti e Vittoria Laghi si aggiudicano il premio For Woman in Science, giunto alla sua ventesima edizione.

Chiara Xausa premiata alla quarta edizione del Premio “Elena Lucrezia Cornaro Piscopia” dell’Università di Padova.

Martina Cocconcelli vince la eMT Challenge, la competizione annuale organizzata dall’European Master’s in Translation.

Sara Carli, assegnista di ricerca al Dipartimento di Scienze Mediche e Chirurgiche dell’Università di Bologna, ha vinto un Accelerator Grant assegnato dalla United Mitochondrial Disease Foundation. Il prestigioso riconoscimento, del valore di 50.000 dollari, permetterà alla ricercatrice dell’Alma Mater di portare avanti un progetto di ricerca per lo sviluppo di terapie geniche adatte a combattere una malattia mitocondriale che può essere fatale nei primi anni di vita e non ha oggi nessuna speranza terapeutica.

Luglio

Elena Lombardo, Andrea Pracucci e Valentina Zoli premiati dal Dipartimento di Scienze Aziendali per la miglior tesi sulla rendicontazione non finanziaria delle aziende.

Agosto

Filippo Dall’Olio e Biagio Ricciuti hanno ricevuto il prestigioso riconoscimento dalla Conquer Cancer - The Asco Foundation, in occasione del congresso dell'American Society of Clinical Oncology.

Settembre

Settembre

Vincenzo Balzani, professore emerito dell'Università di Bologna e storico docente del Dipartimento di Chimica "Giacomo Ciamician" vince il Sauvage-Stoddart-Feringa Prize.

Vittorio Ruoco riceve il Premio America Giovani promosso dalla Fondazione Italia USA.

Ottobre

Beatrice Bobba, dottoranda al Dipartimento di Psicologia "Renzo Canestrari", si aggiudica il premio per il miglior poster assegnato ai giovani ricercatori durante il 18° meeting biennale della European Association for Research on Adolescence.

Novembre

Musa Essa riceve un riconoscimento per la sua tesi sul food per il premio “Stefano Pace” istituito dalla Società Italiana Marketing.

Leonardo Bonetti riceve il Lundbeck Foundation Talent Prize, uno dei più ricchi e prestigiosi riconoscimenti assegnati a giovani ricercatori nel campo delle scienze Biomediche.

Giacomo Selleri e Federica Zonzini vincono il Premio Lions "Ricerca Scientifica e Innovazione Tecnologica" - XIV edizione per le migliori tesi di dottorato.

 

Ernesto Bocini ha ricevuto il riconoscimento di “Highly Commended” con la sua tesi dal titolo Outlier Detection for Multivariate Time Series: A study of Brain Scans in Neuroscience”, e ha vinto anche il premio come migliore progetto triennale in Computer Science d’Europa.

Dicembre

La tesi di Ludovica Tullio riceve un riconoscimento come migliore tesi discussa alla King’s Business School di Londra.

Demetra Giuri riceve il Premio Primo Levi, Il riconoscimento è assegnato dal Gruppo Giovani della Società Chimica Italiana (SCI) a ricercatrici e ricercatori under 35 autori di una ricerca originale e di ampio interesse per le Scienze Chimiche.