Il Nastro Verde 2024

Al via la quinta edizione de Il Nastro Verde, la Rassegna cinematografica dell’Università di Bologna sui temi della sostenibilità, dove storie, parole, immagini, studi e ricerche si intrecciano per darci uno sguardo sulle sfide e le speranze del nostro mondo in evoluzione.

  • Data:

    04 APRILE
    -
    30 APRILE 2024
     dalle 17:00 alle 20:00
  • Luogo: Cinema Modernissimo - Via Rizzoli, 1/2, 40125 Bologna BO

L'edizione di quest'anno è organizzata in collaborazione con Cineteca Bologna.

Iniziamo con il primo appuntamento giovedì 4 aprile 2024 alle h. 17.00 con "Siccità" di Paolo Virzì, un film del 2022 in cui il regista immagina una Roma apocalittica nella quale non piove da anni e l’emergenza idrica ha raggiunto livelli estremi, stravolgendo le abitudini della città e dei suoi abitanti. Una narrazione tra il post-apocalittico e le tensioni del presente che genera una realtà immaginaria che possiamo riconoscere però come sempre più familiare e vicina. Interverranno durante la serata Riccardo Gasperina Geroni, docente di Letteratura italiana e Marco Cucco, docente di Cinema e Media audiovisiva all’Università di Bologna.

 Proseguiamo con il secondo appuntamento mercoledì 17 aprile 2024, h. 20.00 con "Po" di Andrea Segre, un documentario sulla tragedia dell’esondazione del Po avvenuta il 14 novembre 1951, quando l’argine sinistro del fiume cedette inondando le terre del Polesine. Avremo come ospite della serata il regista del documentario, Andrea Segre e interverranno Giovanni Dinelli, docente di Agronomia e Coltivazioni Arboree e Antonella Giliberti, Ufficio Comunicazione Sostenibilità, Università di Bologna.

La rassegna continua lunedì 22 aprile 2024, h. 17.00 con "The Whale", un film di Darren Aronofsky che sarà l’occasione per riflettere sul rapporto con il cibo e la cultura alimentare nella società attuale e le sue distorsioni. Lo faremo con l’intervento di Andrea Segré, docente di Economia circolare e politiche per lo sviluppo sostenibile e Marco Cucco, docente di Cinema e Media audiovisivi, Università di Bologna.

Arriviamo al quarto appuntamento: lunedì 29 aprile 2024, h. 17.30 con un appuntamento dedicato al tema della sostenibilità affrontato da sguardi diversi, con cinque cortometraggi (quattro dei quali provenienti dalla sezione Visioni Ambientali del Festival Visioni italiane della Cineteca di Bologna) che riflettono sul cambiamento climatico e sui danni prodotti dall'inquinamento: "Tilipirche" di Francesco Piras, "Wind Day" di Enrico Poli, "48 gradi" di Andrea Iorio, "68.415" di Antonella Sabatino e Stefano Blasi e "Fango" di Rita Marzio Maralla. Interverranno gli autori di tre dei corti proiettati, Andrea Di Iorio, Rita Marzio Maralla, Enrico Poli e Stefano Blasi, Valentina Cappi, docente di Sociologia dei processi culturali e comunicativi e Marco Cucco, docente di Cinema e Media audiovisivi, Università di Bologna.

La rassegna si conclude martedì 30 aprile 2024 alle h. 17.30 con "Futura"  di Alice Rohrwacher, Francesco Munzi e Pietro Marcello, un docufilm collettivo che si interroga su chi sono i giovani di oggi, come vedono il loro mondo e il loro futuro. Interverranno durante la serata Maria Letizia Guerra, Delegata all’Impegno Pubblico, Fabio Celot, Comunicazione Social e Marco Cucco, docente di Cinema e Media audiovisivi, Università di Bologna.

Una rassegna che affronta il tema dello sviluppo sostenibile, attraverso film di formati e generi diversi, con l’obiettivo di informare, sensibilizzare e risvegliare un’opinione consapevole e partecipativa.

Vi aspettiamo agli appuntamenti in programma!

 

Gruppo scientifico e organizzativo: Giacomo Bergamini (Delegato alla Sostenibilità), Marco Cucco (Dipartimento delle Arti), Francesco Faina e Antonella Giliberti (Comunicazione Sostenibilità), Anna Di Martino (Cineteca)

Ingresso senza prenotazione:

 - 3,50 € per tutti gli studenti e personale Unibo, gratuito per i primi 150 studenti che ritireranno il biglietto al Bookshop della Cineteca presentando il badge
- ridotto € 5,00, intero € 6,00 per tutti gli altri

 giovedì 4 aprile 2024 | h. 17.00

Siccità |di Paolo Virzi | Ita | 2022 | 124’

A Roma non piove da tre anni. Nella città che muore di sete si muove un coro di personaggi, giovani e vecchi, vittime e profittatori, ognuno alla ricerca della propria redenzione. “Film corale e distopico: struttura narrativa ad altissimo rischio, nella quale s’incrociano numerose storie sullo sfondo di una catastrofe incombente. Merce rara, per il cinema italiano []. Ci dice qualcosa di profondo e inquietante su questa bizzara Italia nella quale ci è toccato in sorte di vivere” (Alberto Crespi).

Intervengono:
Riccardo Gasperina Geroni, docente di Letteratura italiana, Università di Bologna
Marco Cucco, docente di Cinema e Media audiovisivi, Università di Bologna 

 mercoledì 17 aprile 2024 | h. 20.00 |
Po | di Andrea Segre | Ita | 2022 | 75’

14 novembre 1951, l’argine sinistro del Po si spacca e la marea invade le terre del Polesine, una delle regioni più povere d’Italia. L’acqua rimane stagnante per mesi tra le case e le campagne. Un’epopea popolare che ha segnato la vita di migliaia di persone, per poi cadere nell’oblio. “Il nostro film nasce dalla voglia di colmare quell’oblio e parte da due materiali cinematografici di rara bellezza: le pellicole perfettamente conservate dell’Archivio Luce e i bambini polesani oggi ottantenni” (Andrea Segre).

Intervengono:
Andrea Segre, regista
Giovanni Dinelli, docente di Agronomia e Coltivazioni Arboree, Università di Bologna
Antonella Giliberti, Comunicazione Sostenibilità, Università di Bologna

lunedì 22 aprile 2024 | h. 17.00 |

The Whale | di Darren Aronofsky | USA | 2022 | 117’

Charlie, insegnante di inglese gravemente obeso, vive recluso in casa, accudito solo dall’amica Liz. Sentendo avvicinarsi la fine, cerca di ricostruire il rapporto con la figlia adolescente. Aronofsky, partendo dalla fortunata pièce di Samuel D. Hunter (autore anche della sceneggiatura), costruisce le tappe di un difficile percorso di redenzione attorno al corpo d’un irriconoscibile Brendan Fraser (miglior attore protagonista agli Oscar 2023), realizzando una dolorosa riflessione sul senso di colpa e sul perdono.

(lingua originale ENG + sub ITA)

Intervengono:
Andrea Segré, docente di Economia circolare e politiche per lo sviluppo sostenibile Università di Bologna
Marco Cucco, docente di Cinema e Media audiovisivi, Università di Bologna

 

lunedì 29 aprile 2024 | h. 17.30 |

Ciclo di cortometraggi, quattro dei quali provenienti dalla Sezione Visioni Ambientali della Rassegna Visioni Italiane | Cineteca di Bologna

 

 

TILIPIRCHE (Italia/2023) di Francesco Piras (19’)
In un paesino nel cuore della Sardegna, durante una terribile invasione di fameliche cavallette, un allevatore deve affrontare il passaggio di testimone al figlio nella gestione dell’ovile.

WIND DAY (Italia/2022) di Enrico Poli (20’)
In un mondo condannato dall’inquinamento, un uomo realizza solo davanti alla morte che non c’è più tempo per cambiare le cose. I Wind Day sono i giorni in cui gli abitanti del quartiere Tamburi di Taranto devono chiudersi in casa a causa del vento che spinge le polveri emesse dall’ex Ilva.

48 GRADI (Italia/2023) di Andrea Di Iorio (8’)
In un giorno in cui le temperature salgono senza sosta, una donna si ritrova bloccata nella sua auto. L’unica salvezza è l’aria condizionata. Finché il motore non si spegne.

68.415 (Italia/2022) di Antonella Sabatino e Stefano Blasi (20’)
In un mondo senza cibo, invaso dalla plastica, la Clinica Zigle sperimenta un nuovo Metodo di rieducazione alimentare. Giulia partecipa alle sedute, ma dietro filastrocche e sorrisi si cela una verità inimmaginabile.

FANGO (Italia/2023) di Rita Marzio Maralla (7’)
Il 16 e 17 maggio 2023 una violenta tempesta d’acqua investe i territori dell’Emilia e della Romagna, causando alluvioni, frane, smottamenti e mutando drasticamente il paesaggio, tra cui quello di Pieve del Pino, nel comune di Sasso Marconi, a ridosso dei colli bolognesi. Gli abitanti sono isolati e non possono raggiungere i centri abitati.

 

Intervengono:
Andrea Di Iorio, Rita Marzio Maralla, Enrico Poli, Stefano Blasi registi
Valentina Cappi, docente di Sociologia dei processi culturali e comunicativi
Marco Cucco, docente di Cinema e Media audiovisivi, Università di Bologna

 

martedì 30 aprile 2024 | h. 17.30 |  al DamsLab, piazzetta Pasolini 5/B

(Appuntamento inizialmente previsto per l'11 aprile al Modernissimo e riprogrammato, con variazione della sede, a causa dello sciopero generale)

Futura | di Alice Rohrwacher, Francesco Munzi, Pietro Marcello | Ita | 2021 | 105’

Un’inchiesta collettiva firmata da tre fra le più autorevoli voci del cinema italiano contemporaneo che ha lo scopo di esplorare l’idea di futuro di ragazze e ragazzi tra i quindici e i vent’anni incontrati nel corso di un lungo viaggio attraverso l’Italia. Un ritratto del paese osservato attraverso gli occhi di adolescenti che raccontano i luoghi in cui abitano, i propri sogni e le proprie aspettative tra desideri e paure.

(lingua originale ITA + sub ENG)

Intervengono:
Maria Letizia Guerra, Delegata all’Impegno Pubblico, Università di Bologna
Fabio Celot, Comunicazione Social, Università di Bologna
Marco Cucco, docente di Cinema e Media audiovisivi, Università di Bologna

Cinema Modernissimo

DamsLab