vai al contenuto della pagina vai al menu di navigazione

DETECt Digital Humanities Workshop

14NOV
-
15NOV2019

dalle 9:00 alle 18:00 - Complesso di Santa Cristina / Sala riunioni 2° piano (p.tta G. Morandi 2, Bologna)

DETECt Digital Humanities Workshop

a cura di
Ilaria Bartolini, Monica Dall’Asta e Federico Pagello (Università di Bologna)
in collaborazione con
Loïc Artiaga (Università di Limoges), Fred Truyen (KU Leuven)

partecipano
Hans Coppens (KU Leuven), Andrea Di Luzio (Università di Bologna), Dominique Jeannerod (Queen's University Belfast), Pierre-Carl Langlais (University of Montpellier), Ana Schultze (KU Leuven)

Questo workshop internazionale nasce dalle ricerche promosse da DETECT: Detecting Trancultural Identity in European Popular Crime Narratives, un progetto internazionale finanziato dal programma Horizon 2020 della Commissione Europea e coordinato, per l’Università di Bologna, dalla Professoressa Monica Dall’Asta. DETECt riunisce 18 istituzioni europee e 50 ricercatori in 10 paesi della UE e indaga la circolazione transmediale e transnazionale della cultura popolare europea e, in particolare, delle narrazioni di genere "crime".
Il workshop riunirà studiosi di varie università europee (fra cui Bologna, Parigi – Nanterre, Montpellier, Leuven, Limoges, Belfast, Debrecen) che si confronteranno sui rispettive progetti di ricerca che adottano metodi e strumenti delle Digital Humanities. Attraverso una serie di brevi presentazioni e lavori di gruppo, i partecipanti lavoreranno su progetti collaborativi di text mining, mapping, data visualisation e network analysis dedicati allo studio della circolazione transnazionale delle narrazioni popolari europee.
Un numero limitato di posti è disposizione di giovani ricercatori dell’Università di Bologna che volessero partecipare ai lavori. Per informazioni scrivere a: federico.pagello@unibo.it.

Seguici su: