DAMS. Ieri, oggi e domani

Tre giorni di incontri e dibattiti su cosa significa essere "damsiani" oggi e sulle prospettive future.

  • Data:

    22 APRILE
    -
    24 APRILE 2021
     dalle 9:30 alle 18:00
  • Luogo: Diretta streaming sulle pagine Facebook di DAMSLab/La Soffitta e dei Corsi di Studio del DAR

  • Tipo: DAMSLab

DAMS50

DAMS. Ieri, oggi e domani

Convegno

A cura di: Giacomo Manzoli

Con il supporto diAlma Mater Studiorum - Università di Bologna, Ministero della Cultura, Regione Emilia Romagna

In collaborazione conDAMSLab, Centro La Soffitta, Comune di Bologna, Associazione Almae Matris Alumni

-----

Cosa significa oggi essere “damsiani”, fare il DAMS?

Il DAMS nasceva cinquant’anni fa come una proposta straordinariamente innovativa. L’intuizione dei suoi fondatori fu che le discipline umanistiche, anche a livello universitario, non potessero prescindere da una conoscenza analitica delle istituzioni e dell’industria culturale. Era giunto il momento di aprirsi alle arti e alla comunicazione, discipline indispensabili per la progettazione di una società moderna.

Da allora le cose si sono evolute. Oggi l’acronimo DAMS indica a tutti gli effetti una costellazione di esperienze formative estremamente vasta e articolata. Non solo corsi di laurea nati in tutto il territorio nazionale grazie all’impulso del modello bolognese, ma anche una serie di “discendenti”: master, accademie, scuole, conservatori e istituzioni che rilasciano titoli equipollenti a quello universitario.

In questo universo stratificato, i “damsiani” rappresentano una buona parte degli operatori che hanno contribuito alla nascita e al consolidamento di un tessuto istituzionale e imprenditoriale di alto livello, nei differenti ambiti della vita culturale, sfatando così il duraturo equivoco legato all’idea che il DAMS sia un corso di laurea perlopiù votato a una creatività senza sbocchi e poco professionalizzante.

Il convegno DAMS. Ieri, oggi e domani (22-24 aprile 2021) si pone l’obiettivo di ripercorrere, senza inclinazioni nostalgiche, le tappe più significative di questa complessa e avvincente vicenda progettuale, recuperando attraverso i protagonisti e i testimoni lo spirito del tempo in cui il DAMS è nato, e ricostruendo l’importanza che questa esperienza ha significato in termini di reciproca crescita di valore per la città di Bologna, per l’Università italiana e per tutto il sistema culturale del nostro Paese.

Tre giorni di incontri e dibattiti sul senso, le ragioni, i motivi di questo successo, e sulla centralità dello studio delle discipline artistiche, sui problemi e sulle prospettive aperte dall’istituzione del DAMS come laboratorio culturale. Un’indagine su cosa sarà domani il DAMS, su cosa potrà diventare nel rapporto con le istituzioni e la rete di soggetti pubblici e privati connessi alla formazione in campo artistico, su come è necessario trasformarlo, ancora e sempre, per rispondere alle evoluzioni del settore e alle sfide, offrendo competenze per continuare a formare gli operatori culturali del futuro.