L’Associazione Almae Matris Alumni ha incontrato il Presidente Stefano Bonaccini

In visita a San Francisco, il Presidente della Regione Emilia-Romagna è stato invitato a un incontro promosso dalla delegazione Alumni del Chapter SF-Bay Area.

Pubblicato: 14 novembre 2022 | Associazione AMA

L'Alma Mater Studiorum Università di Bologna, la più antica prima Università del mondo occidentale fondata nel 1088, si è aperta alla rete globale sostenendo la nascita della sua Associazione Alumni denominata Alme Matris Alumni.

Ad oggi sono oltre 9000 gli studenti e laureati che hanno aderito alla Community. Gli obiettivi futuri dell’Associazione sono massimizzare le occasioni di networking e di mentoring nella comunità, collaborare nella realizzazione di iniziative ed eventi dell’Ateneo anche per rinsaldare il legame con l’Alma Mater, incrementare le opportunità professionali degli Alumni associati, condividendo le loro traiettorie professionali radicate nella formazione dell'Ateneo di Bologna.

Un’opportunità in più per chi ha frequentato l’Alma Mater e vive, studia o lavora negli Stati Uniti è rappresentata dai gruppi costituiti recentemente a New York e ora a San Francisco.

Cogliendo l'occasione della missione istituzionale della Regione Emilia-Romagna in California il SF- Bay Area Chapter ha visto il suo evento di lancio l’11 Novembre, con l’importante partecipazione del Presidente della Regione Stefano Bonaccini e dell’Onorevole neo-eletto Christian Di Sanzo. L’evento ha visto anche la speciale partecipazione di rappresentati dell’Ufficio Estero italiano che promuovono relazioni nei settori educativi, commerciale e finanziari in California e naturalmente di numerosi ex studenti professionalmente attivi nella zona di San Francisco e Silicon Valley.

L’evento, presieduto dal Console Generale di San Francisco Sergio Strozzi, è stato ospitato dal nuovo centro INNOVIT (Italian Innovation Hub), situato nel cuore del downtown San Francisco. I relatori sono stati introdotti da Valentina Imbeni, una delle fondatrici attive del Chapter e dalla Direttrice de La Scuola International di San Francisco.

L’evento ha avuto inizio con i saluti istituzionali di Chiara Berti, Presidente dell’Alumni Association, della delegata di Ateno al progetto Alumni la Prof.ssa Paola Fabbri e di Catia Tolomelli, Coordinatrice del Team Alumni. Poi hanno preso la parola i rappresentanti politici presenti, seguiti da Laura Fantone, leader del Chapter SF-Bay Area, e dal Prof. Andrea Lollini, docente presso l'Alma Mater e l'Università della California, che hanno presentato l’Associazione evidenziando mission e obiettivi.

Stefano Bonaccini è intervenuto enfatizzando l’importanza dei processi di innovazione scientifica collegati al trasferimento tecnologico, e alla traduzione di questi in applicazioni pratiche, evidenziando soprattutto i nuovi centri di eccellenza dell’ateneo bolognese, specialmente nell’ambito computazionale, e dell’intelligenza artificiale. Il Presidente ha anche delineato come il governo locale emiliano romagnolo e le imprese potranno collaborare per promuovere la prototipazione di idee, l’accesso a brevetti e altri titoli di proprietà intellettuale, in sinergia con il rafforzamento di progetti aziendali che coinvolgano studenti e laureati dell’Alma Mater, facilitando i legami con la California e i finanziatori americani.

Il Presidente regionale ha infine illustrato le qualità uniche del tessuto culturale e professionale della Regione Emilia-Romagna e dei territori in cui l'Università di Bologna è radicata, molto simili al patrimonio di idee, istituzioni, valori ed imprenditorialità della California del Nord, e specificamente di San Francisco e della Silicon Valley, che sono dunque interlocutori naturali.

Anche l’Onorevole rappresentante alla Camera del Nord e Centro America Christian Di Sanzo è intervenuto all’inaugurazione del Chapter dichiarando: ‘Serve attenzione al rinnovamento nelle associazioni estere per proiettare un’immagine moderna dell’Italia di oggi nel mondo.

Laura Fantone ha illustrato gli strumenti AMA, utilissimi per ampliare la community, come una bacheca professionale in cui cercare e contattare datori di lavoro, e moltissimi eventi tematici e sociali per favorire il netwokring professionale. È da sottolineare lo sforzo dell’Ateneo di Bologna che ha messo a disposizione una piattaforma social autonoma per favorire i contatti che ha già consentito l’iscrizione di migliaia di utenti.

Sottolineando come un valore aggiunto dell’AMA sia proprio la solidità delle relazioni umane e amicali che legano i membri del Chapter, Laura Fantone ha ribadito che la fiducia e amicizie rimangono cruciali per le collaborazioni transnazionali di successo. Un obiettivo chiave nel Chapter è fare mentoring nell’abito dell’AMA per rafforzare i percorsi professionali e dare vita a nuove connessioni e scambi tra Bologna e la California.

Il Professor Andrea Lollini è intervenuto sottolineando l'importanza strategica delle reti, così come della condivisione dei percorsi professionali e di vita, ponendo l'accento sulle straordinarie qualità degli ex- studenti dell'ateneo, che in California ricoprono ruolo apicali in prestigiose istituzioni finanziarie, tecnologiche (Apple, Google, Glassdoor, Pinterest), istituti di ricerca e formazione universitaria (University of California, Stanford, Lawrence Berkeley Lab).

Sul tema dell’educazione, nell’ambito dell’evento organizzato alla presenza del Presidente Bonaccini, Valentina Imbeni, co-fondatrice del Chapter, ha mostrato alla delegazione La Scuola International, istituto scolastico con tre sedi che lei dirige seguendo il modello pedagogico di Reggio Emilia.