L'Alma Mater tra le prime 200 università del mondo.

L'Università di Bologna si classifica al 160° posto.

Pubblicato: 29 marzo 2021 | Ateneo

L'Alma Mater si conferma tra le migliori università del mondo. L'annuale classifica pubblicata dal prestigioso QS World University Rankings ha inserito, per il 2021, l'Università di Bologna tra le prime 200 università, collocandola al 169° posto. Un risultato importante che migliora anche quello della scorso anno, dove l'Alma Mater si era piazzata al 177° posto.

Il QS World University Rankings è una delle più note classifiche universitarie a livello mondiale, redatta tenendo conto di sei parametri: la reputazione accademica, voce alla quale l'Università di Bologna ha raggiunto la 69a posizione, risultando prima in Italia; la reputazione dei datori di lavoro; il rapporto docenti/studenti; citazioni per facoltà; docenti internazionali; studenti internazionali.

I parametri rispecchiano le opinioni di 102 mila docenti, accademici e ricercatori52 mila manager e direttori delle risorse umane, e comprende l’analisi di 13,5 milioni di pubblicazioni scientifiche e di 74 milioni di citazioni in Scopus, il più esteso database bibliografico di abstract e citazioni di letteratura scientifica.

Notevoli anche i risultati che l'università ha ottenuto, sempre per il 2021, nell'ambito del QS World University Rankings by Subject, speciale classifica redatta per discipline accademiche. L'Alma Mater è risultata tra le prime 50 in ben quattro ambiti: Classics & Ancient History (20° posto), Dentistry (39° posto), Modern Languages (40° posto) ed Agriculture & Forestry (44° posto).

Mentre è entrata a far parte delle prime 100 in tre discipline: Arts & Humanities (53° posto), Social Sciences & Mangament (75° posto), e Life Sciences & Medicine (90° posto).

Un notevole risultato, che premia l'offerta formativa e l'impegno nella ricerca dell'Università di Bologna.