Collaborazioni scientifiche e consulenze

Chiara Pompa

Professoressa a contratto, L-ART/03, Università di Bologna

Dottore di ricerca in Arti visive, performative, mediali presso l’Università di Bologna, dal 2020 è professoressa a contratto presso il Dipartimento di Scienze per la Qualità della Vita dello stesso ateneo. Nell'A.A. 2020/21 è stata Assegnista di ricerca nell’ambito di C.R.I.C.C. – Centro di Ricerca per l’interazione con le Industrie Culturali e Creative, con un progetto intitolatoDefinizione e progettazione di applicazioni di realtà aumentata a supporto della catena del valore della moda”. 

Per le edizioni 2016-17, 2017-18, 2018-19, 2019-20, 2020-21 è stata coordinatore didattico scientifico del Master DTFC, occupandosi nello specifico del workshop "Out of the Archives: from Physical Display to Digital Communication". Nel 2015 e nel 2016 è stata titolare di una borsa di studio per il progetto di ricercaFashion Device. La rappresentazione e la comunicazione della moda italiana dagli anni Sessanta a oggi”, volto allo sviluppo di un sito web dedicato allo studio e all’approfondimento multidisciplinare della moda Made in Italy. Ha svolto attività di tutorato nell’ambito dell’organizzazione di mostre ed eventi nel campo dell'arte e della moda. 

Cinzia Frisoni

Consulete Archivi fotografici

Cinzia Frisoni è laureata in Storia dell’Arte con Andrea Emiliani, si è sempre occupata di catalogazione del patrimonio culturale. In particolare, ha maturato consolidata esperienza in ambito fotografico coordinando attività di recupero e valorizzazione di fondi fotografici di istituzioni pubbliche e collaborando con varie Soprintendenze (Bologna, Brescia, Venezia) nella gestione dei materiali fotografici storici e nelle campagne di catalogazione. Ha curato mostre e cataloghi, ha partecipato a convegni e organizzato giornate di studi nell’ambito della fotografia storica. Consulente da oltre un decennio dell’ICCD- Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione, ha testato la nuova versione di scheda catalografica F 4.0 e ha partecipato alla stesura della nuova normativa per la catalogazione dei fondi fotografici (scheda FF 4.0). Impegnata attivamente nella didattica di catalogazione per Atenei, Istituti regionali, Istituti ministeriali, Associazioni nazionali, si è inoltre occupata di gestione di banche dati digitali pubbliche e private (Progetto ArtPast del Ministero per i Beni Culturali, Archivio digitale della Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma, revisione della scheda fotografica delle Collezioni della Fondazione Cassa di Risparmio di Bologna, progettazione della banca dati per l’archivio storico GD-ACMA, Bologna). 

Marta Magrinelli

Archivista / Consulente Archivi fotografici

Marta Magrinelli, dopo la laurea triennale in Lettere moderne presso l’Università di Bologna, completa la formazione universitaria nel medesimo ateneo laureandosi con Claudio Marra in Storia dell’Arte con una tesi nella quale approfondisce i temi della tutela della fotografia come bene culturale e degli spazi deputati alla sua conservazione e valorizzazione. Frequenta corsi di catalogazione e conservazione di documentazione fotografica, di utilizzo di software per la descrizione archivistica (xDams, Collective Access, Cei-Ar, AVIndexter, Archimista/Archivista, Arianna) e consegue il diploma di Archivistica, paleografia e diplomatica alla scuola annessa all’Archivio di Stato di Modena. 

Dal 2009 collabora con enti pubblici (Università degli Studi di Bologna, Istituzione Minguzzi, Università di Roma Tre, Regione Toscana, Soprintendenza archivistica e bibliografica dell’Emilia-Romagna) e privati (Fondazione Cassa di Risparmio di Imola, Fondazione Gramsci Emilia-Romagna, Istituto Storico della Resistenza di Forlì-Cesena, Movimento Identità Trans - MIT di Bolognaoccupandosi di riordino, descrizione, conservazione e digitalizzazione di archivi fotografici, manifesti, elaborati grafici e documenti audiovisivi di associazioni, famiglie e personalità. Contestualmente le sono affidati il controllo dei tracciati fotografici, la gestione dei processi di indicizzazione authority e la redazione delle schede Soggetto produttore (portale “Una città per gli archivi” dell’omonimo progetto promosso dalla Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna e dalla Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna), la supervisione e il coordinamento di interventi archivistici e la formazione degli operatori coinvolti, la collaborazione all’elaborazione di modelli descrittivi per un censimento di archivi e raccolte fotografiche e loro configurazione con software di descrizione archivistica (FAF - Fondazione Alinari per la Fotografia). 

Conduce seminari e workshop di inventariazione, gestione e conservazione di archivi e raccolte fotografiche. Dal 2019 è referente per gli archivi fotografici, manifesti e audio dell’Unione donne in Italia (UDI) di Bologna, associazione con la quale collabora inoltre alla curatela di mostre, progetti di didattica e valorizzazione di archivi in un’ottica di genere.