vai al contenuto della pagina vai al menu di navigazione

Esperienze e tecniche dell'estasi tra Oriente e Occidente

A cura di Luigi Canetti e Andrea Piras

Esperienze e tecniche dell'estasi

Il volume raccoglie e integra i contributi più originali proposti in occasione dell'incontro su Esperienze e tecniche dell'estasi tra Oriente e Occidente che si è tenuto a Ravenna nel novembre 2016, a cura di Luigi Canetti e Andrea Piras, nell'ambito delle attività del Laboratorio di storia culturale e religiosa "I lunedì degli Ariani". Un’occasione non consueta per ripensare su basi storico-comparative e metadisciplinari una questione cruciale negli studi storico-religiosi ed etno-antropologici. Studiosi di formazione e sensibilità differenti – classicisti, storici del cristianesimo orientale e occidentale, ebraisti, iranisti, islamologi e americanisti – hanno tentato, secondo i rispettivi linguaggi e punti di osservazione, di esplicitare le categorie analitiche e storiografiche delle ricerche su un obiettivo mobile e sfuggente come quello dell’estasi. Il volume propone anche affondi monografici su contesti specifici e differenziati abbracciando un arco cronologico che va dal mondo antico al mondo moderno e contemporaneo.

Il volume rientra nella collana dei Quaderni di Studi e Materiali di Storia delle Religioni dell'Editrice Morcelliana.

La Giornata di studio Esperienze e tecniche dell’estasi tra Oriente e Occidente intende offrire un’occasione per ripensare e ridefinire su base storico-comparativa e interdisciplinare una questione cruciale negli studi storico-religiosi ed etno-antropologici. L’estasi, insieme al suo correlato della trance, costituisce, nelle culture antiche e moderne, una delle principali forme di elaborazione mitico-rituale degli stati alterati di coscienza e di incorporazione del divino.
Nove studiosi di ambiti storico-culturali in apparenza distanti ma invero uniti da connessioni profonde ripercorrendo una fascia cronologica che va dal neoplatonismo alla mistica ebraica moderna (passando per la Siria orientale cristiana, l’Iran preislamico, la mistica bassomedievale, il sufismo islamico, l’India medievale, lo sciamanesimo e l’antropologia medica del Mezzogiorno d’Italia) tenteranno da un lato di esplicitare le categorie analitiche e storiografiche delle ricerche su un obiettivo mobile e sfuggente come quello dell’estasi; dall’altro proporranno affondi monografici su contesti specifici e differenziati. Il fine è quello di contribuire all’affinamento del lessico storico-religioso e storico-antropologico di un aspetto cruciale per le scienze dell’uomo.

Lunedì 14 novembre

ore 14.30 
Luigi Canetti e Andrea Piras (Università di Bologna, Dipartimento di Beni Culturali) Introduzione 

ore 15.00 
Marika De Vita (Università di Salerno) 
«Un altro modo di vedere» (Enn. VI 9. 11, 23): estasi e ascesa a Dio negli ultimi platonici
ore 15.30 
Paolo Delaini
 (Università di Bologna, Dipartimento di Beni Culturali) 
Farmacobotanica del volo magico. Esperienze e ipotesi di pratiche estatiche nell’Iran preislamico 
ore 16.00 
Saverio Marchignoli 
(Università di Bologna, Dipartimento di Storia Culture Civiltà) 
I sapori dell’estasi. I teorici della bhakti e la descrivibilità estetica dell’esperienza mistica nell’India medievale 
ore 16.30 
Carlo Saccone
 (Università di Bologna, Dipartimento di Lingue, Letterature e Culture Moderne)
Estasi mistica e estasi erotica: Majnun e Leylà nella letteratura di ispirazione sufi 

ore 17.15 

Discussione

Martedì 15 novembre

ore 9.00 
Vittorio Berti
 (Università di Padova) 
Esperienza estatica e conoscenza medica nella mistica cristiana siro-orientale 
ore 9.30 
Saverio Campanini 
(Università di Bologna, Dipartimento di Beni Culturali) 
Lo specchio opaco: mistici ebrei all’incontro con il Sé 
ore 10.00 
Alessandra Bartolomei Romagnoli
 (Pontificia Università Gregoriana, Roma) 
Il viaggio indicibile. Fenomenologia dell’estasi nella letteratura mistica medievale 
ore 10.30 
Sergio Botta
 (Sapienza Università di Roma) 
Paul Radin vs Crushing Thunder: la contesa per l’estasi sciamanica nel dibattito americano del primo Novecento
ore 11.00 
Giovanni Pizza
 (Università di Perugia) 
Metamorfosi del ragno. Estasi, possessione e antropologia

ore 11.45
Discussione

Seguici su: