Insegnamenti

A Risk Perspective

Ore: 23

Docenti:
Sara Zaltron      Francesco De Matteis

 

Contenuti:

- RISK AND RISK MANAGEMENT
- THE INVESTMENT INDUSTRY
- BASEL - Overview and Scope
- MIFID - A Risk Perspective
- UCITS - Key aspects
- MARKET RISK
- OPERATIONAL RISK
- CREDIT RISK
- ESMA (ex CESR) - Role and scope
- ESMA Risk Dashboard: monitoring the Risks
- EMIR - Scope and main obbligation
- CCPs - Scope and key aspects
- ISDA and Collateral management
- Islamic Finance
- Environmental, Social and Governance
- Applicazione pratica di tecniche di Market Risk: market abuse, principali software sul mercato e cyber risk.

 

Applicazioni Big Data in finanza

Ore: 16

Docente:
Sergio Pastorello

 

Contenuti:

- Introduzione, obiettivi e strumenti
- Introduzione ai problemi di classificazione
- Metodi di ricampionamento: cross-validation, Monte Carlo e bootstrap
- Metodi di regolarizzazione: Ridge, Lasso e tecniche collegate
- Metodi basati su alberi di classificazione e regressione
- Support Vector Machines
- Reti neurali.

 

Calcolo stocastico per la finanza

Ore: 43

Docente:
Andrea Pascucci

 

Contenuti:

- Spazi di probabilità, variabili aleatorie e distribuzioni;
- Indipendenza, prodotto di misure e distribuzione congiunta;
- Teorema di Radon-Nikodym, cambio di misura di probabilità e attesa condizionata;
- Processi stocastici, moto Browniano e martingale.
- Il modello binomiale;
- Integrale stocastico e calcolo di Ito multidimensionale. Equazioni differenziali stocastiche e risoluzione numerica;
- Teorema di Girsanov;
- Modello di Black&Scholes (B&S): equazioni differenziali paraboliche, valutazione neutrale al rischio e copertura di derivati nel modello B&S;
- Analisi della volatilità: volatilità storica e implicita, effetto smile e struttura a termine della volatilità. Estensioni del modello di B&S: modelli CEV, volatilità locale e stocastica;
- Cenni a metodi di approssimazione numerica: metodo Monte Carlo.

 

Il materiale didattico sarà fornito a lezione. Sarà anche fornita una bibliografia di approfondimento specifica.

Testi di riferimento:

 

PDE and Martingale Methods in Option Pricing. Andrea Pascucci. 2011. Springer ed.

 

Equazioni alle derivate parziali e metodi di approssimazione numerica

Ore: 16

Docente:
Sergio Polidoro

 

Contenuti:

Il corso fornisce le competenze di base per trattare le equazioni differenziali di Black & Scholes relative alle opzioni europee, alle opzioni americane e alle opzioni asiatiche. Verranno adeguatamente approfonditi gli aspetti dell'implementazione numerica.

Gli argomenti trattati sono i seguenti:

- Teoria generale delle equazioni differenziali alle derivate parziali di diffusione e metodi di approssimazione numerica della soluzione. Applicazioni all'equazione di Black & Scholes e ad alcuni modelli a volatilità stocastica;

- Equazioni differenziali di tipo diffusione-trasporto: teoria generale e metodi numerici. Applicazioni alle opzioni asiatiche e ad un modello per le opzioni europee dove la volatilità dipendente dalla storia del titolo sottostante;

- Problemi relativi alle equazioni differenziali con ostacolo. Applicazioni alle opzioni americane, sia per il classico modello di Black & Scholes, sia per le opzioni che dipendano dalla storia del titolo sottostante.

Il materiale didattico verrà distribuito nel corso delle lezioni.

 

 

Estimating Credit Risk

Ore: 12

Docente:
Luca Mammi

 

Contenuti:

The aim of the course is to introduce the concepts and models used to estimate Credit Risk, such as:

- Expected Loss and Unexpected Loss

- Credit Scoring models

- Rating models (PD, LGD, EAD)

- Credit portfolio models (default-only and migration risks)

Estimating real-world default probabilities

Ore: 8

Docente:
Jacopo Giacomelli

 

Contenuti:

Il corso si propone di fornire i fondamenti teorici per impostare e risolvere correttamente un problema di inferenza su dati storici nel contesto del rischio di credito.
I principali temi discussi sono:
- Eventi assorbenti
- Stima di probabilità di default in presenza di informazione completa
- Informazione incompleta, eventi censori e cenni alle analogie tra le tecniche di inferenza usate per le probabilità di default e di decesso
- Stima di probabilità di insolvenza in contesto multivariato: il caso del modello CreditRisk+ in misura naturale
- Ottimizzazione dell’informazione disponibile e riduzione degli errori di stima: calibrazione efficiente del modello CreditRisk+ a scale temporali multiple

Excel e VBA per la finanza

Ore: 16

Docente:
Rosario Marco Misuraca

 

Contenuti:

Il corso offre una panoramica di Microsoft Excel ® utilizzato come strumento di analisi finanziaria.

Il corso si divide in due parti:

Introduzione ad Excel (4 ore): questa prima parte ha l'obiettivo di colmare le inevitabili differenze di preparazione su Excel dovute ai diversi studi compiuti da parte degli studenti del corso. Si tratteranno quindi gli argomenti di base per consentire poi a tutti di seguire agevolmente la seconda parte.

- Presentazione di Excel ®

- Funzioni di base del foglio elettronico

- Creazione di grafici e tabelle

Excel avanzato e VBA (12 ore): nella seconda parte verranno affrontati i problemi applicativi inerenti all'ambito matematico-finanziario, utilizzando le potenzialità offerte da Excel e dal linguaggio Visual Basic integrato in Excel (VBA):

- Tabelle pivot e reportistica

- Implementazione di procedure automatiche

- Applicazioni alla matematica finanziaria: in particolare simulazioni Montecarlo per il pricing di prodotti derivati.

Finanza Computazionale

Ore: 20

Docente:
Paolo Foschi

 

Contenuti:

- Metodi numerici per la valutazione di derivati finanziari:
- Metodo Monte Carlo: generazione di scenari, approssimazione di equazioni differenziali stocastiche, metodi di riduzione della varianza
- Least squares MC per la valutazione di opzioni americane
- Calibrazione di modelli per il pricing, alcuni esempi: Nelson-Seigel-Svensson, volatilità implicita, volatilità locale.

Tutti gli esercizi verranno svolti in Python.


Testi di riferimento:

- Monte Carlo Methods in Financial Engineering, Paul Glasserman, Springer, 2004
- Numerical Methods in Finance and Economics (seconda edizione), Paolo Brandimarte, Wiley, 2006
- Numerical Methods and Optimization in Finance, Manfred Gilli, Dietmar Maringer and Enrico Schumann, Academic Press, 2011

Fondamenti di statistica

Ore: 10

Docente:
Pieralberto Guarniero

 

Contenuti:

Obiettivo del corso è introdurre e applicare alcuni strumenti statistici fondamentali propedeutici agli insegnamenti successivi.  
Il corso avrà un taglio pratico/applicativo. È previsto l’utilizzo del software R.

Argomenti affrontati:
-Spazi di probabilità e variabili casuali notevoli.
-Strumenti fondamentali: trasformazioni monotone e funzioni generatrici dei momenti.
-Popolazione, campione, statistiche campionarie e teoremi asintotici.
-Stimatori e loro proprietà.
-Stimatori di massima verosimiglianza.
-Stimatori: metodo dei momenti.
-Intervalli di confidenza.
-Test di ipotesi.
-Errori di primo e secondo tipo, power function.

Introduzione all'uso di Python per l'analisi dei dati

Ore: 13

Docente:
Elena Loli Piccolomini

 

Contenuti:

- Linguaggio di programmazione Python: istruzioni base, costrutti di programmazione, funzioni.

- Introduzione alle librerie Python: NumPy, Matplotlib, Pandas, Tensorflow.

Verranno presentati esempi ed esercizi guidati in Laboratorio.

Matematica generale

Ore: 12

Docente: Annalaura Rebucci

 

Contenuti:

- Calcolo differenziale per funzioni di una o più variabili reali;

- Misura e integrale di Lebesgue;

- Equazioni differenziali ordinarie;

- Richiami di probabilità.

Metodi Numerici per analisi dati

Ore: 18

Docente:
Elena Loli Piccolomini

 

Contenuti:

- Modelli matematici per approssimazione dati: minimi quadrati lineari e non lineari

- Metodi numerici di ottimizzazione per la risoluzione di problemi di minimo

- Approccio stocastico all'ottimizzazione

- Un esempio di ottimizzazione non lineare: le reti neurali.

Metodi econometrici in finanza

Ore: 30

Docente:
Sergio Pastorello

 

Contenuti:

- Introduzione, obiettivi e strumenti
- Rendimenti finanziari: definizioni e proprietà
- Strumenti statistici per l’analisi descrittiva e grafica dei dati
- Distribuzioni di probabilità univariate: definizioni e proprietà
- Distribuzioni di probabilità multivariate: definizioni e proprietà
- Modello di regressione lineare e minimi quadrati ordinari
- Capital Asset Pricing Model
- Modello di regressione non lineare e minimi quadrati non lineari
- Estensioni del modello di regressione
- Modelli lineari per serie storiche
- Modelli GARCH
- Cointegrazione.

Misurazione del rischio finanziario

Ore: 28

Docente:
Gian Luca Tassinari

 

Contenuti:

Il corso si propone di introdurre le principali idee e tecniche che stanno alla base dell'attività di misurazione del rischio finanziario, con particolare riferimento al rischio di mercato.

Di tutte le tecniche si vedrà l'implementazione in Excel.

Gli argomenti trattati sono:
-  Fattori di rischio, rendimenti e variabile Profit&Loss (PL).
-  Quantili, Value-at-Risk (VaR) e Expected Shortfall (ES).
-  Metodo storico: semplice, pesato, bootstrap e block bootstrap.
-  Metodi parametrici con e senza ipotesi di normalità: a) approcci basati sulla distribuzione non condizionata vs approcci basati sulla distribuzione condizionata; b) approcci “portfolio level” vs approcci “asset level”.
-  Metodi semiparametrici: simulazione storica filtrata classica, approccio EVT-Garch., approccio CF-Garch.
-  Misurazione della struttura a termine del rischio: simulazione storica filtrata e simulazione Monte Carlo.
-  Misurazione del rischio di un portafoglio contenente opzioni: approcci basati sul delta e sul gamma, e “full evaluation”.
-  Backtesting del VaR, dell’ES, dell’intera distribuzione, e della coda delle perdite.

Processi di Lévy

Ore: 8

Docente:
Rossella Agliardi

 

Contenuti:

- Motivazioni all’uso di modelli finanziari con processi di Lévy.
- Definizioni e proprietà principali.
- Esempi di processi di Lévy.
- Valutazione delle opzioni standard con modelli di Lévy: generalizzazione del modello di Black-Merton-Scholes.
- Cenni alla valutazione di opzioni esotiche ed obbligazioni.
- Esempi numerici.
- Limiti del modello e possibili estensioni.

 

Bibliografia

- Introduction to Lévy processes, Ch. 13 in A. Pascucci, PDE and Martingale Method in Option Pricing, Springer Verlag, Milano (2011)
- W. Schoutens, Lévy processes in Finance, Wiley & Sons, Chichester (2003)

Ulteriori approfondimenti in:
- S. I. Boyarchenko and S. Z. Levendorskiĭ, Non-Gaussian Merton-Black-Scholes Theory, World Scientific Singapore, 2002

Programmazione C/C++

Ore: 28

Docente:
Rosario Marco Misuraca

 

Contenuti:

Il corso si propone di fornire un'introduzione alla programmazione nei linguaggi C e C++.

Verranno presentate le caratteristiche fondamentali dei due linguaggi, evidenziandone sia gli elementi comuni sia le differenze.

In particolare si analizzeranno:

- Introduzione ai linguaggi di programmazione
- Istruzioni di I/O
- Istruzioni condizionali
- Cicli
- Puntatori
- Vettori e matrici
- Funzioni e passaggio dei parametri
- Per il C++: programmazione ad oggetti

Ad integrazione della teoria verranno svolti numerosi esempi ed esercitazioni numeriche.

Rischio di credito

Ore: 14

Docente:
Wolfgang J. Runggaldier

 

Contenuti:

Nel corso ci si propone di fornire modelli e nozioni matematico-probabilistiche di base per studiare i problemi legati al rischio di credito, in particolare, il prezzaggio di prodotti sensibili al rischio di credito (defaultable zero-coupon bonds,credit default swaps, ecc.). Particolare attenzione sarà portata ai modelli a struttura affine.
Si studierà dapprima il caso di una sola controparte fallimentare per poi estendere lo studio anche al rischio di credito di portafoglio.

 

Testo di riferimento: A.J. McNeil, R.Frey, P.Embrechts, "Quantitative Risk Management", Princeton Series in Finance, Princeton University Press 2005, edizione rivista 2015. Capitolo 10.

Altri riferimenti:

- T.R. Bielecki, M.Rutkowski, " Credit Risk: Modeling, Valuation and Hedging", Springer Finance 2004.
- D. Filipovic, "Term Structure Models", Springer Verlag 2009. Capitolo 12.
- D. Brigo, F. Mercurio, "Interest Rate Models - Theory and Practice", Springer Verlag. Capitoli 21,22,23 della seconda edizione 2006.

Sequential Monte Carlo e applicazioni alla finanza

Ore: 12

Docente:
Pieralberto Guarniero

 

Contenuti:

- Hidden Markov Models (HMMs) per la rappresentazione di modelli di volatilità stocastica parzialmente osservati.

- Metodi Sequential Monte Carlo (SMC) per la risoluzione delle problematiche relative agli HMMs. Calibrazione di modelli a volatilità stocastica parzialmente osservati.

- Metodi SMC per il prezzaggio di opzioni finanziarie o (in alternativa) metodi SMC e applicazioni a modelli dinamici e stocastici di equilibrio generale (DSGE) in econometria.

 

La prima parte del corso sarà dedicata allo studio della teoria degli HMMs, allo studio dei problemi associati e alla soluzione offerta dai metodi SMC, la seconda sarà invece dedicata all'implementazione degli algoritmi SMC al computer (R, Matlab) per la calibrazione di semplici modelli di volatilità stocastica.

Struttura a termine dei tassi

Ore: 18

Docente:
Stefano Pagliarani

 

Contenuti:

Durante il corso verrà fornita un'introduzione alla modellistica della struttura a termine dei tassi (modelli per il tasso spot; impostazione secondo Heath-Jarrow-Morton per i tassi istantanei a termine; modelli di mercato), così come delle tecniche di base utilizzate nello studio dei problemi legati ai tassi di interesse (tecniche legate alla struttura a termine affine; tecniche di cambio di numerario).

Accenni verranno fatti anche ai problemi di calibrazione dei modelli ai dati di mercato e verrà studiato il prezzaggio e la copertura dei principali derivati dei tassi (FRAs, Caps e Floors, Swaptions). Per facilitare la comprensione, ci si concentrerà principalmente sulla situazione pre-crisi di modelli a curva singola con accenno anche ai modelli muti-curva che sono stati introdotti dopo la grande crisi.

Testi di riferimento:
- T. Bjoerk, "Arbitrage Theory in Continuous Time", Oxford University Press; 3a edizione 2009.
- D. Brigo e F. Mercurio, "Interest Rate Models, Theory and Practice", Springer-Verlag, 2da edizione 2006.
- Z. Grbac e W.J. Runggaldier, "Interest rate modeling: post-crisis challenges and approaches", Springer Briefs in Quantitative Finance, 2015.