vai al contenuto della pagina vai al menu di navigazione

Grazie a chi ha creduto in noi

Dal 2006, primo anno di introduzione del 5x1000, una grande comunità di persone ha scelto di destinare in sede di dichiarazione dei redditi il proprio contributo all'Università di Bologna: ecco come abbiamo utilizzato i proventi della raccolta.

Dagli ultimi dati disponibili dell’Agenzia delle Entrate (anno fiscale 2018), l’Università di Bologna, grazie al sostegno di 8.346 contribuenti (in calo rispetto all’anno precedente), ha raccolto complessivamente 459.270 euro, interamente destinati al finanziamento di borse di studio.

Fin dalla prima campagna del 2006 l’Alma Mater si è impegnata a utilizzare gli importi destinati dai suoi sostenitori in favore della Ricerca, finanziando borse di studio per i Dottorati, investendo in laboratori e in attrezzature. Nel biennio 2017/2018 l'Ateneo ha invece deciso di utilizzare i proventi derivanti dal 5x1000 per finanziare borse di studio agli studenti e alle studentesse meritevoli.

fonte dati: Agenzia delle Entrate

illustrazione: Leandro Faina

Per lo studio

Leggi dettagli

Per la ricerca

Leggi dettagli

Per il progetto CICLoPE

Leggi dettagli

Per biblioteche e spazi didattici

Leggi dettagli

Nel 2019, dopo un questionario interno che ha coinvolto tutta la comunità universitaria, l'Università di Bologna ha scelto di destinare la raccolta fondi ai progetti dell'Area medica e della salute. L'importo della raccolta non è ancora stato reso noto dall'Agenzia delle entrate.

I fondi raccolti grazie alla Campagna 5x1000 | 2020, verranno interamente utilizzati per finanziare progetti di ricerca e iniziative nell'ambito della sostenibilità.

Le ricerche sulla sostenibilità sono il primo strumento per cambiare e migliorare il mondo, per innovarlo rispettandolo, per trovare soluzioni e alternative benefiche alle scelte di produzione e consumo dell'ambiente operate sin qui.

Grazie per aver creduto nel nostro impegno e in quello di tutta la comunità universitaria.

 

ANNO PER ANNO: LE NOSTRE CAMPAGNE DI COMUNICAZIONE SUL 5X1000

Seguici su: