Dottorato internazionale

"Tecnologie innovative e uso sostenibile della pesca e delle risorse biologiche del mar Mediterraneo", il programma di dottorato internazionale dell'Università di Bologna, in collaborazione con il Consiglio Nazionale delle Ricerche e l'Istituto per le Risorse Biologiche e le Biotecnologie Marine

FishMed-PhD

Tecnologie innovative e uso sostenibile delle risorse di pesca e biologiche del Mediterraneo (FishMed-PhD)

Il programma di dottorato FishMed-PhD è internazionale. Il suo Collegio è composto per almeno il 25% da docenti appartenenti a qualificate università o centri di ricerca stranieri: Università Bar-Ilan (Israele), Istituto di Oceanografia e Pesca (Croazia), Università di Amsterdam (Paesi Bassi), Università della Borgogna (Francia), Istituto Mediterraneo per gli Studi Avanzati (Spagna), Centro Ellenico per la Ricerca Marina (Grecia), Università di Copenaghen (Danimarca) e Istituto Ruder Boškovic (Croazia). Anche il processo di selezione assumerà carattere internazionale, valutando positivamente l’eccellenza scientifica dei candidati, come le pubblicazioni scientifiche in riviste con Impact Factor, la partecipazione a conferenze internazionali e le lettere di referenza di eventuali periodi di ricerca trascorsi in istituti stranieri. Inoltre, giovani laureati di alto profilo saranno selezionati attraverso le reti che favoriscono l'aumento dell'occupazione nella regione mediterranea. Oltre a Euraxess, le posizioni aperte saranno pubblicate su siti web specifici che migliorano lo sviluppo dell'occupazione nel sud dei paesi del Mediterraneo (es. HOMERe - High Opportunity for Mediterranean Executives Recruitment). Il programma di dottorato FishMed-PhD prevede un periodo di ricerca all'estero obbligatorio, di almeno tre mesi, per promuovere una migliore comprensione delle realtà esistenti e delle modalità di gestione delle risorse biologiche marine a livello internazionale.

Obiettivi formativi del dottorato

Sebbene la pesca sia una priorità dell'Agenda Europea, questa tematica non è mai stata trattata in corsi dedicati di alto livello d’istruzione. FishMed-PhD si focalizzerà prevalentemente sulle attività di pesca nel Mediterraneo, sia in termini di comprensione dell'impatto che queste possono avere sugli ecosistemi, ma anche su come siano interconnesse con l'ambiente marino e influenzate da altri fattori di cambiamento (es. cambiamenti climatici, specie aliene). FishMed-PhD formerà una nuova generazione di manager, preparati non solo in tecnologie innovative, biologia delle specie oggetto di pesca e biotecnologie blu, ma anche sull'importanza di limitare gli impatti antropici, mantenendo le stesse prestazioni economiche. Gli studenti svolgeranno attività di ricerca interdisciplinare, alternando esperienze in corsi di alta specializzazione, usando le più avanzate metodologie. Svilupperanno competenze sulla disseminazione e comunicazione delle conoscenze scientifiche.

Sbocchi occupazionali e professionali previsti

Gli oceani sono il motore dell’economia e rappresentano un grande potenziale di innovazione e crescita. “L'economia blu” occupa circa 5,4 milioni di persone, generando un PIL di quasi 500 miliardi di euro l'anno. “Blue Growth” è la strategia a lungo termine dell'Unione Europea a sostegno di uno sviluppo sostenibile dei settori marino e marittimo nel loro insieme. La strategia si focalizza in particolare sulle attività in cui vi è un elevato potenziale di crescita (es. acquacoltura, turismo, biotecnologie marine, gestione delle risorse e dell'ambiente). Questi investimenti EU nella “Blue Growth” creano a livello locale, nazionale e internazionale una grande esigenza di ricercatori, ingegneri, manager ed economisti ambientali. La preparazione delle competenze necessarie allo sviluppo dell’economia blu è una priorità della Mission Starfish 2030 della CE e del PNRR. Quest’ultimo deve contribuire al raggiungimento degli obiettivi ambientali europei anche attraverso la protezione delle risorse marine, la transizione verso un'economia circolare, la prevenzione dell'inquinamento e la protezione e il ripristino delle aree costiere. FishMed-PhD formerà giovani ricercatori per soddisfare queste esigenze attraverso ampie interazioni intersettoriali e interdisciplinari. Le competenze acquisite saranno applicabili in diverse professioni legate alla consulenza e alla gestione ambientale, alla valutazione del rischio socio-economico e al pubblico impiego. I dottorandi saranno in grado di selezionare specifici indicatori dei cambiamenti dell’ambiente marino, finalizzati alle analisi delle implicazioni socio-economiche di questi cambiamenti, utili alle imprese e ai responsabili politici; parteciperanno a workshop e conferenze, acquisendo opportunità di networking sia nel settore privato che in quello pubblico. Dopo il dottorato, potranno divenire leader europei nella gestione dell'ambiente marino e delle sue risorse.