vai al contenuto della pagina vai al menu di navigazione

Tracking for Care

Il progetto di ricerca Tracking for Care (T4C) ha come contesto di riferimento lo studio e l’applicazione di sistemi informatici innovativi a supporto delle attività del personale medico e infermieristico, e più specificatamente per il tracciamento e documentazione nelle reti Hub & Spoke sulle emergenze tempo-dipendenti (Trauma, Ictus, Infarto).

MOTIVAZIONI

Per le reti tempo dipendenti, il tracciamento e documentazione sono aspetti fondamentali, sia per la misurazione e gestione della performance del team curante, sia nella successiva valutazione medica del paziente e nel processo di cura. Sono altresì aspetti coinvolgono tipicamente più attori, dal 118 fino alle strutture specifiche relative alle varie reti cliniche integrate, agli hub e agli spoke. Due sono le principali criticità che si ravvisano nella situazione odierna.

Primo. Ad oggi il tracciamento e documentazione avviene per lo più in modo manuale e si basa su trascrizione manuale, a posteriori da parte del medico curante. Questo approccio ha due effetti negativi importanti. Il primo concerne l’accuratezza - molto bassa - delle informazioni raccolte, in particolare dei riferimenti temporali. In secondo luogo, l’approccio crea un appesantimento cognitivo e pratico sul team curante, che deve cercare di ricordare la sequenza degli eventi accaduti e tutte le informazioni rilevanti (ad esempio, lo stato dei parametri vitali) collocandoli nel tempo.

Secondo. Non esiste un modello condiviso in merito alle informazioni da tracciare fra i vari attori coinvolti. Da un lato ogni attore ha necessariamente delle specificità sia in merito alle informazioni da tracciare, sia al processo di tracciamento. Dall’altro, il corretto tracciamento e documentazione di un caso nel suo complesso richiede necessariamente l’integrazione di dati tracciati dai singoli attori.

STATO DELL'ARTE

Nella letteratura relativa a Pervasive Healthcare, questo è uno scenario rilevante, che pone problemi, criticità e opportunità che possono essere considerate significative per le comunità di ricerca che si occupano - in generale - dell’ideazione e sviluppo di sistemi e tecnologie informatiche innovative - pervasive, distribuite, intelligenti - a supporto del lavoro cooperativo di medici in contesti ospedalieri, in particolare in contesti critici dal punto di vista del tempo come l’emergenza.

OBIETTIVI

L’obiettivo del progetto è descrivibile in tre punti principali:

  • Studio e definizione di un modello di tracciabilità aziendale delle patologie tempodipendenti che sia appropriato per il modello HUB & SPOKE, tenendo conto della specificità ed eterogeneità degli attori coinvolti nella gestione di una patologia - dal sito dell'evento acuto fino alla dimissione ad opera del team curante. Il modello include sia un modello di dati, sia un modello dei processi.
  • Definizione di un’architettura di riferimento dell’infrastruttura informatica distribuita che permetta di implementare il modello di tracciabilità oggetto dello studio. L’architettura deve essere tale da considerare l’integrazione di sistemi esistenti/legacy eterogenei, adottati dagli specifici attori.
  • Progettazione e sviluppo prototipale open-source di un insieme di sistemi specifici (pervasivi, distribuiti, intelligenti) per effettuare il tracciamento, relativamente alle reti cliniche coinvolte nel progetto, basati sullo schema architetturale di riferimento e in grado di cooperare e coordinarsi in virtù del modello di tracciamento condiviso. Ogni sistema avrà specificità che dipendono dalle esigenze della specifica rete e dello specifico attore in cui il sistema verrà adottato. In generale è possibile identificare due requisiti comuni a tutti i sistemi: Il primo concerne la semplicità di utilizzo da parte del team curante, che deve poter fruire delle sue funzionalità in modo naturale, non-invasivo rispetto alle attività in svolgimento, senza interferire con esse. Un secondo requisito è la possibilità di consultare a posteriori in modo flessibile i report relativi al tracciamento, nonché la possibilità di eseguire analisi sull’insieme dei dati raccolti.

Contatti

REFERENTE SCIENTIFICO

Prof. Alessandro Ricci, UNIBO

Scrivi una mail

REFERENTE MEDICO

Dott. Vanni Agnoletti, AUSL Romagna

Scrivi una mail