vai al contenuto della pagina vai al menu di navigazione

Didattica

L’elevato livello della didattica presenziale del modello DIT deve essere valorizzato anche in modalità a distanza. Per questo il PSSD metterà in campo una serie di azioni che vanno dall’impegno sull’innovazione didattica di concerto con le iniziative dispiegate in Ateneo e nelle reti internazionali a cui il DIT partecipa, all’istituzione di momenti di formazione per neo-assunti e docenti a contratto. In secondo luogo, visto l’impegno profuso nell’avanzamento della ricerca del DIT, appare fruttuoso favorire un’interazione ancora maggiore tra didattica e ricerca, spinta però dalla ricerca. In questo senso il DIT opererà sui 3 fronti della ricerca sui processi di apprendimento, della sua divulgazione verso l’esterno e dello sviluppo di capacità e cultura di ricerca tra studenti e studentesse.

Le strategie di sviluppo del progetto sono declinate in azioni da intraprendere per raggiungere gli obiettivi identificati.

Assicurare la convergenza dei metodi, delle infrastrutture e dei contenuti didattici rispetto alle potenzialità offerte dalla tecnologia e alle migliori pratiche a livello (inter)nazionale. Azioni:

  1. creazione di un gruppo di lavoro sull’innovazione didattica che valuti le potenzialità derivanti dalla partecipazione a reti internazionali, p. es. apprendimento peer-to-peer e registri incrociati di trainer e supporti la produzione di moduli didattici con componenti innovative nel metodo di fruizione e/o nei contenuti (p. es. flipped classroom)
  2. partecipazione ad almeno una delle azioni proposte dall'ateneo sull'innovazione didattica. Almeno un CdS si candiderà per la sperimentazione Formative Education Evaluation, mentre gli altri parteciperanno ai laboratori di didattica innovativa sulle nuove tecnologie
  3. potenziamento del focus di ricerca applicata alla didattica delle lingue, dell’interpretazione e della traduzione, anche tramite approcci cognitivi
  4. destinazione di almeno 1 assegno di ricerca annuale a temi relativi all’innovazione didattica (ricerca sui processi di apprendimento o sviluppo di metodi e materiali)
  5. formazione per neo-assunti e docenti a contratto, per condividere la visione del dipartimento, far emergere buone pratiche e garantire la coerenza dei contenuti e dei metodi
  6. realizzazione di uno spazio attrezzato con sistema di videopresenza per internazionalizzazione didattica (creazione di materiali didattici a distanza/MOOC, erogazione di webinar, effettuazione di virtual classes con atenei internazionali)

Sviluppare la cultura della ricerca tra gli studenti e le studentesse. Azioni:

  1. messa in programmazione di un corso di tipo a scelta sulla metodologia della ricerca, trasversale ai 2 CdLM e mutuabile dal dottorato
  2. focus specifico, nel corso di cui al punto 1), sulla preparazione per tesi di laurea magistrale basate su ricerca teorica ed empirica
  3. reclutamento di un Research manager che, oltre a supportare la progettazione competitiva, supporti la comunicazione della ricerca del DIT, favorendone la diffusione tra studenti e studentesse

Gruppo di lavoro

DIDATTICA

Raffaella Tonin, Gloria Bazzocchi, Adele D’Arcangelo, Francesca Gatta, Licia Reggiani, Mariachiara Russo, Nicoletta Spinolo, Ira Torresi