vai al contenuto della pagina vai al menu di navigazione

La storia del premio Le Goff

Jacques Le Goff

Jacques Le Goff

Nell'ambito della V Edizione della Festa della Storia è stato conferito a Jacques Le Goff il Premio Internazionale "Il Portico d'oro".

Dal 9 ottobre 2008 il grande medievista francese Jacques Le Goff, ricevendo a Parigi una delegazione del nostro Ateneo e del nostro Comune, ha ufficialmente accettato di divenire l’eponimo del premio internazionale "il portico d’oro" che ogni anno viene conferito a riconoscimento di figure, opere ed iniziative che si siano distinte nella diffusione e nella didattica della storia, coniugando correttezza, attendibilità ed efficacia comunicativa.

Giovanni Minoli

Giovanni Minoli

Nell'ambito della VI edizione della Festa della Storia è stato consegnato a Giovanni Minoli il Premio internazionale "Il portico d'oro - Jacques Le Goff".

Da Mixer a La storia siamo noi, da Elisir a Maastricht Italia, da Rai Educational a Rai Storia, Giovanni Minoli ha dimostrato grande dedizione e impegno nella divulgazione storica, per questo, in una spumeggiante serata condotta da Fabio Volo, il 23 ottobre 2009 presso l’aula Absidale di Santa Lucia, il Rettore dell’Università di Bologna ha conferito a questo studioso il Premio Internazionale "Il Portico d’oro"- Jacques Le Goff.
Il giornalista si è distinto nell'impegno profuso per il miglioramento e il rinnovamento del servizio pubblico nel corso della sua carriera in RAI. La sua attività di promotore, autore e conduttore di trasmissioni dedicate alla storia è ormai entrate a far parte del palinsesto televisivo quotidiano.

Alberto Angela

Alberto Angela

Nell'ambito della VII edizione della Festa della Storia è stato consegnato a Alberto Angela il Premio internazionale "Il portico d'oro - Jacques Le Goff".

In una serata indimenticabile e piena di emozioni è stato conferito il premio Le Goff ad Alberto Angela. Paleontologo di fama internazionale, le sue ricerche e la sua veste di divulgatore scientifico l’hanno reso famoso in tutto il mondo. Alberto Angela attraverso la televisione ha fatto entrare la storia nelle case degli italiani e non solo, i suoi programmi più famosi sono stati tradotti in numerose lingue ed acquistati da oltre 40 paesi. Tra i programmi di maggior successo, di cui è anche autore, ricordiamo: Il pianeta dei dinosauri, Superquark, Quark Speciale, Viaggio nel cosmo, Passaggio a Nord Ovest, Ulisse – Il piacere della scoperta. L’incredibile opera di divulgazione di Alberto Angela non si limita alle trasmissioni televisive, ma comprende anche la pubblicazioni di libri e articoli in importanti riviste.

Peter Denley

Peter Denley

Nell'ambito della VIII edizione della Festa della Storia è stato consegnato a Peter Denley il Premio internazionale "Il portico d'oro - Jacques Le Goff".

In occasione della quarta edizione del premio “Il portico d’oro” intitolato a Jacques Le Goff, il suo comitato scientifico ha deciso di attribuire il prestigioso riconoscimento all’illustre docente della Queen Mary University di Londra, oltre che per i suoi riconosciuti meriti scientifici e didattici, per la sua meritoria attività volta alla diffusione della Storia. In sintonia con le finalità del premio, si apprezza in particolare il suo ruolo di ideatore, promotore, e cofondatore di History and Computing, l’Associazione internazionale sorta a Londra nel 1986 con lo scopo di far convergere le nuove tecnologie in ambito storiografico e di promuoverne l’utilizzo. L’Associazione con le sue innumerevoli iniziative e con la formazione di diverse ramificazioni nazionali, ha dato un impulso fondamentale alla ricerca, alla comparazione e alla condivisione metodologica tra gli studiosi di tutto il mondo e alla diffusione dei suoi esiti presso il pubblico più ampio. Tra i suoi ambiti di studio si segnala quello della storia delle università che lo ha portato a divenire membro della Commissione Internazionale per la Storia delle Università. Particolarmente apprezzata la sua capacità di trasporre il proprio impegno di storico nell’attività didattica rivolta a studenti e insegnanti. Tale merito gli è stato riconosciuto col conferimento nel 2011 del Drapers Award for Excellence in Teaching, da parte della sua Università, quale attestazione dell’eccellenza raggiunta nella didattica e nella facilitazione dell’apprendimento studentesco.

Alessandro Barbero

Alessandro Barbero

Nell'ambito della IX edizione della Festa della Storia è stato consegnato ad Alessandro Barbero il Premio internazionale "Il portico d'oro - Jacques Le Goff".

Alessandro Barbero insegna Storia medievale presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi del Piemonte Orientale “Amedeo Avogadro”. Oltre che di pregevoli studi storici, è autore di numerosi romanzi, tra i quali ricordiamo Bella vita e guerre altrui di Mr. Pyle gentiluomo, pubblicato nel 1995, che ha vinto il Premio Strega nel 1996 e che è stato tradotto in sette lingue, e Gli occhi di Venezia pubblicato nel 2011, al quale è stato assegnato il premio “Alessandro Manzoni – Città di Lecco”. Della sua vasta produzione di saggi storici, si ricordano: Carlo Magno. Un padre per l’Europa, La battaglia. Storia di Waterloo, Federico il Grande, Lepanto. La battaglia dei tre imperi e Il divano di Istanbul. Membro del comitato di redazione di “Storica”, collabora con il quotidiano “la Stampa”, con lo speciale “Tuttolibri”, con la rivista Medioevo e con l’inserto culturale del quotidiano Il Sole 24 Ore. Dal 2007 è protagonista della rubrica di usi e costumi storici nella trasmissione televisiva della Rai Superquark. Tra i numerosi incarichi che ha assunto si cita la direzione della collana “Storia d’Europa e del Mediterraneo”. Tra l’altro è stato insignito del titolo di cavaliere de l’Ordre des Arts et des Lettres, il prestigioso ordine onorifico istituito e gestito dal Ministero della Cultura francese. Tra i meriti universalmente riconosciuti ad Alessandro Barbero vi è quello di saper avvicinare il passato al presente, con la capacità di rendere vivi tempi lontani, dimostrando come la storiografia possa non essere soltanto uno mero succedersi di nomi e date, ma un avvincente viaggio nella vita quotidiana delle donne e degli uomini che ci hanno preceduto. In tal modo il racconto della storia abbandona la tradizionale veste nozionistica, e diventa parte della nostra vita. Secondo le sue stesse parole “Il mestiere dello storico è il mestiere dello scrivere, ed è bello farlo per gli accademici come per i lettori di tutti i giorni. L’importante è cercare di scrivere bene, di essere convincenti, di trovare di volta in volta il modo più adatto… Si può raccontare la storia in forma lieve, senza essere troppo ponderosi, rispettando tuttavia le fonti e la realtà storica. Oggi ci si è accorti che, nel raccontare la storia, essere rigorosi ed essere divertenti non è conflittuale”. Per questa sua riconosciuta capacità di conciliare rigore scientifico ed efficacia divulgativa, il comitato scientifico del premio “il portico d’oro” intitolato Jacques Le Goff ha l’onore di conferire tale premio ad Alessandro Barbero.

Franco Cardini

Franco Cardini

Nell'ambito della X edizione della Festa della Storia è stato consegnato a Franco Cardini il Premio internazionale "Il portico d'oro - Jacques Le Goff".

Il comitato scientifico ha deciso di attribuire il prestigioso riconoscimento all’illustre professore Franco Cardini che all’intensa attività di ricerca e di produzione scientifica in ambito accademico ha saputo abbinare multiformi attività di diffusione e condivisione dei suoi studi, avvalendosi efficacemente di molti linguaggi espressivi. Nel farlo ha più volte manifestato la piena consapevolezza della funzione del maestro che dalle proprie indagini sa trarre le opportunità di condividerne gli esiti. Si è così avventurato con risultati eccellenti nei diversi campi della diffusione storica; dalla narrativa alla saggistica, dal cinema alla televisione, sempre perseguendo l’attendibilità e l’autorevolezza che derivano dal costante riferimento alle acquisizioni scientifiche. Laureato all’Università di Firenze, dove è stato allievo del professor Ernesto Sestan, tra i numerosissimi titoli e incarichi che ha ricoperto si ricorda che è stato professore ordinario di Storia Medievale prima all’Università di Firenze e dal 2006 presso l’Istituto Italiano di Scienze Umane; che è stato Fellow della Harvard University ed ha svolto lavoro di ricerca presso la Fondazione Berenson (Villa “I Tatti”) di Firenze; che ha insegnato Storia medievale nell’Università di Paris VIII - Vincennes e nell’Università di Alcalá de Henares; “Italian History and Culture” presso il Middlebury College, Vermont, USA. È Directeur de Recherches presso l’École des Hautes Études di Parigi ed è stato Gastprofessor nella Freie Universität di Berlino.

Christiane Klapisch-Zuber

Christiane Klapisch-Zuber

Nell'ambito della XI Edizione della Festa della Storia è stato conferito a Christiane Klapisch-Zuber il Premio Internazionale "Il Portico d'oro - Jacques Le Goff".

Louis Godart

Louis Godart

Nell'ambito della XII Edizione della Festa della Storia è stato conferito a Christiane Klapisch-Zuber il Premio Internazionale "Il portico d'oro - Jacques Le Goff"

Antonio Paolucci

Antonio Paolucci

Nell'ambito della XIII Edizione della Festa della Storia è stato conferito ad Antonio Paolucci il Premio Internazionale "Il Portico d'oro - Jacques Le Goff".

Jared Diamond

Jared Diamond

Nell'ambito della XIV Edizione della Festa della Storia è stato conferito a Jared Diamond il Premio Internazionale "Il Portico d'oro - Jacques Le Goff".

Pupi Avati

Pupi Avati

Nell'ambito della XV Edizione della Festa della Storia è stato conferito a Pupi Avati il Premio Internazionale "Il Portico d'oro - Jacques Le Goff".