Piano Editoriale

Piano Editoriale dell'Edizione Nazionale

Il progetto prevede una articolazione in tre sezioni:

  1. La prima è dedicata agli scritti religiosi, giornalistici e politici di Moro, ai suoi discorsi, alle interviste. Segue dunque una scansione essenzialmente biografica e si articola in quattro volumi, in relazione alle principali fasi individuabili nella vita di Moro.
  2. La seconda sezione è dedicata, invece, alle opere giuridiche, cioè quelle di carattere accademico che Moro pubblicò come assistente, poi libero docente e poi professore di diritto penale e come incaricato dei corsi di Filosofia del diritto. Anche questa sezione è articolata in modo cronologico .
  3. La terza sezione è dedicata all’epistolario. Di essa, comunque, non si è al momento in grado di delineare nemmeno le linee essenziali.

Il piano dell’opera è dunque il seguente:

 

Sezione I – Scritti e discorsi

  1. Gli anni giovanili (1932-1946), a cura di Gaetano Crociata e Paolo Trionfini
  2. Il periodo dossettiano e di Iniziativa democratica (1946-1958), a cura di Ugo De Siervo e Enrico Galavotti
    1. Tomo I: Il periodo dossettiano (1946-1951)
    2. Tomo II: Iniziativa democratica (1952-1958)
  3. Il centro-sinistra (1959-1968), a cura di Leopoldo Nuti e Paolo Pombeni
    1. Tomo I: Segretario della DC (1959-1963) 
    2. Tomo II: La prima legislatura di centro-sinistra (1964-1968) 
  4. L’ultima fase (1969-1978), a cura di Guido Formigoni e Agostino Giovagnoli
    1. Tomo I: Al ministero degli Esteri e all’opposizione nel partito (giugno 1968 – giugno 1973)
    2. Tomo II: Il ritorno al centro-sinistra e la “solidarietà nazionale” (giugno 1973 – maggio 1978)

Sezione II – Opere Giuridiche

  1. Le prime monografie (1939-1942), a cura di Luciano Eusebi
  2. Le dispense di filosofia del diritto (1942-1947), a cura di Nicola Antonetti
  3. Le monografie del dopoguerra (1947-1951), a cura di Marco Pelissero
  4. Le lezioni di istituzioni di diritto e procedura penale, a cura di Francesco Carlo Palazzo

 

Ogni volume è preceduto:

  1. da un’introduzione di carattere interpretativo generale (scritta dai curatori)
  2. da un saggio critico (scritto dal ricercatore che ha lavorato alla individuazione e predisposizione dei testi), volto a dar conto delle precedenti edizioni e dei criteri seguiti, e a tracciare una vera e propria storia di ogni scritto o gruppo di scritti.

 

Il Comitato Scientifico ha definito in maniera dettagliata anche i criteri di edizione che saranno seguiti anche per tutti i volumi successivi.