Presentazione

Storia

Il Centro di poesia contemporanea dell’Università di Bologna nasce come associazione il 22 maggio 1997, sotto la presidenza di Ezio Raimondi e la direzione di Davide Rondoni, con il sostegno del rettore Fabio Roversi Monaco e la presidenza onoraria di Mario Luzi.

I successivi rettori dell'Alma Mater Pier Ugo Calzolari, Ivano Dionigi e Francesco Ubertini confermano il sostegno alle attività culturali del Centro.

Alla morte di Raimondi, nel 2014 gli subentra alla Presidenza Alberto Destro. Dal 2020 è Presidente Andrea Ceccherelli.

Alla direzione si succedono Andrea Gibellini (2000-2003), poi di nuovo Rondoni fino al 2013, quindi Valerio Grutt (2013-2016) e Riccardo Frolloni (2017-2020).

Dal 2021 il Centro ha un nuovo Statuto e una nuova struttura organizzativa.

Il Centro ha promosso negli anni numerose occasioni di incontro con poeti italiani e stranieri, fra i quali Mario Luzi, Franco Loi, Andrea Zanzotto, Fernando Bandini, Derek Walcott, Wisława Szymborska, Seamus Heaney, Alvaro Mutis, Homero Aridjis, Susan Stewart, Peter Handke, Durs Grünbein, Adam Zagajewski.

 

Missione

Missione del Centro è favorire lo scambio di idee sulla poesia contemporanea tra studenti, studiosi e docenti degli Atenei italiani e stranieri, in particolare rendendo disponibili, mediante un’attività di relazioni nazionali e internazionali, le informazioni e gli strumenti di studio necessari per l’accesso degli studenti alle esperienze più rilevanti della poesia contemporanea.

Promuove premi, incontri, laboratori che hanno al centro la poesia.