Il progetto

Spazi e attori del collezionismo e della connoisseurship

(coordinatrice Sandra Costa)

 

Il gruppo di ricerca Spazi e attori del collezionismo e della connoisseurship si interessa alle pratiche di committenza e collezionismo private o istituzionali nel loro rapporto con i temi del dibattito critico e della fruizione offrendo risalto sia alla dimensione collegata alle questioni di allestimento e curatela che alla molteplicità degli attori e alle dinamiche culturali dei contesti storico-artistici di riferimento all’interno di una riflessione sull’identità e sulla memoria identitaria personale, nazionale ed europea che si collega agli oggetti della cultura materiale, al loro display, alla loro mediazione.

Il gruppo programma attività di studio e di valorizzazione della ricerca, favorisce la collaborazione tra insegnanti del DARVIPEM e studiosi di altre università o musei italiani e stranieri interessati ai temi sopra indicati e struttura un partenariato privilegiato con il gruppo di ricerca Patrimoine et Musées dell’Université Paris 1 (Panthéon–Sorbonne) diretto dal prof. Dominique Poulot cui si collega anche in virtù del doppio diploma in corso di istituzione per l’anno accademico 2017-2018 e con il centro interuniversitario in via di formazione presso il Dipartimento di Storia dedicato alla Pittura Antica  ed alla sua fortuna critica e collezionistica.

Il gruppo si articola in più commissioni di studio in sinergia tra loro e la partecipazione è strutturata secondo tre tipologie: i membri titolari sono docenti incardinati dell’Alma-Mater, i membri associati sono docenti e studiosi confermati, italiani e stranieri, di altre istituzioni universitarie o museali e nel terzo gruppo sono accolti giovani studiosi che hanno compiuto o stanno compiendo parte dei loro studi all’Università di Bologna. La volontà di valorizzare l’apporto di giovani studiosi si pone tra gli obiettivi di una proficua connessione tra ricerca e didattica.

Il gruppo di ricerca opera secondo gli obiettivi indicati dal DARVIPEM.