vai al contenuto della pagina vai al menu di navigazione

RISE - Esperienze scolastiche inclusive con alunni rom

PROGETTO DI RICERCA

Il progetto RISE, finanziato dal programma europeo per la giustizia 'Rights, Equality and Citizenship', è incentrato sul tema della non-discriminazione e dell'integrazione dei rom.

Il diritto all'istruzione dei bambini e delle bambine rom continua a rappresentare una sfida delicata all'interno dell'Unione Europea. I bassi livelli di istruzione e la diffusa analfabetizzazione sono infatti tra i principali ostacoli che impediscono alle comunità rom di beneficiare dell'inclusione scolastica, di un eguale accesso al mercato del lavoro e della partecipazione alla vita pubblica dei paesi in cui risiedono.

La frequenza scolastica dei bambini e degli adolescenti rom e gli esiti del loro percorso di formazione dipendono però anche dalle strategie educative e dai modelli di insegnamento utilizzati nelle scuole: questi possono promuovere o scoraggiare il successo e l’inclusione scolastica. Proprio per questo motivo, gli obiettivi del progetto RISE sono rivolti alla costruzione di un modello inclusivo di scuola che, a partire dai bambini rom, diventi risorsa per tutti gli alunni, partendo dal presupposto che l’inclusione si ottenga lavorando con tutta la classe in cui i bambini rom/sinti sono inseriti e supportando gli insegnanti nell’adottare metodologie didattiche partecipative.

Principale strumento è la ricerca-azione. Insegnanti, dirigenti, assistenti sociali, educatori, genitori e studenti rom e non rom ne sono i principali interlocutori e artefici. Il progetto è implementato attraverso una serie di passaggi consequenziali e fondamentali, distribuiti su 5 workshop. 

Il progetto, partito a gennaio del 2018, avrà una durata di 24 mesi e coinvolge tre paesi europei: ItaliaSlovenia e Portogallo.

 

Il progetto prevede:

- un corso di formazione rivolto ad insegnanti e operatori sociali, sia sulle metodologie didattiche (cooperative learning, learning by doing, ecc), sia sulle discriminazioni, sulla pedagogia interculturale e sulla storia delle comunità Rom;

- laboratori didattici per tutti i bambini delle classi coinvolte inerenti le abilità sociali, la partecipazione o il saper fare; 

- un laboratorio per gli studenti delle classi coinvolte sull’uso delle tecniche di video-animazione riguardante la costruzione di una storia sui temi dell’intercultura, dei pregiudizi o della discriminazione di genere;

- la condivisione di buone pratiche verso la costruzione di un modello educativo inclusivo.

 

Coordinatore scientifico:

  • Prof.ssa Maria Teresa Tagliaventi

 

Capofila:

  • Alma Mater Studiorum – Università di Bologna (IT)

Partner:

  • Istituto degli Innocenti Di Firenze (IT) 
  • Razvojno Izobrazevalni Center Novo Mesto (SI) 
  • Universidade do Minho (PT)

 

  • RISE
  • RISE
  • RISE
  • RISE