Dalla contemplazione all'arte del gioco e dell'apprendimento. Le stampe giapponesi per l’infanzia tra l’epoca Edo e l’era Meiji

Conferenza di Manuela Moscatiello (Museo Cernuschi, Parigi)

  • Data: 12 DICEMBRE 2022  dalle 15:00 alle 17:00

  • Luogo: Sala Rossa, Centro Umberto Eco, Via Marsala 26 - Evento in presenza e online

Collezione di stampe giapponesi della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna
Collezione di stampe giapponesi della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna

Dalla contemplazione all'arte del gioco e dell'apprendimento. Le stampe giapponesi per l’infanzia tra l’epoca Edo e l’era Meiji

In Giappone, a partire dall’epoca Edo (1603-1868), ai bambini è riconosciuto un ruolo importante non solo in ambito familiare, ma anche all’interno della struttura sociale. La nascita e lo sviluppo di una cultura artistica e letteraria destinata ad un pubblico infantile attestano la profonda attenzione rivolta al bambino e la premurosa partecipazione dell’adulto ai diversi momenti della sua crescita, dalla cura del corpo al gioco e all’apprendimento. Il ricco repertorio iconografico delle stampe ukiyo-e rivolto all’universo infantile è illustrato da tre grandi categorie d’immagini, rispettivamente conosciute come oyako-ekodomo-e e omocha-e. La prima di queste categorie comprende le stampe che ritraggono i bambini in compagnia delle loro madri. La seconda incorpora raffigurazioni di bambini colti nelle diverse attività del quotidiano. Infine, la terza categoria, quella delle stampe dette omocha-e, si differenzia dalle prime due in quanto designa xilografie non solo destinate alla contemplazione, ma prodotte soprattutto per il divertimento e l’istruzione dei più piccoli. 

 

Manuela Moscatiello è responsabile delle collezioni giapponesi del museo Cernuschi di Parigi. Le sue ricerche vertono sull'arte giapponese dei periodi Edo e Meiji e sugli scambi culturali tra Giappone e Europa nel XIX secolo. La sua tesi di dottorato sul giapponismo di Giuseppe De Nittis, pubblicata nel 2011, ha ottenuto il XXXII premio della Society for the Study of Japonisme. Autrice di numerosi articoli e di monografie di artisti giapponesi (Jakuchū, Hokusai, Kamisaka Sekka), ha curato diverse mostre tra cui Voyage sur la route du Kisokaidō. De Hiroshige à Kuniyoshi (musée Cernuschi, 2020-2021), Jakuchū. Le Royaume coloré des êtres vivants (Petit Palais, 2018) e Trésors de Kyōto. Trois siècles de création Rinpa (musée Cernuschi, 2018).