vai al contenuto della pagina vai al menu di navigazione

Rafforzamento della Scuola Inclusiva a Tempo Pieno in El Salvador

A partire dal 2009, attraverso diversi progetti finanziati dall’Agenzia della Cooperazione Italiana allo Sviluppo, il Dipartimento di Scienze dell’Educazione dell’Università di Bologna e la ONG EducAid di Rimini hanno accompagnato il Ministero dell’Educazione di El Salvador nello sviluppo di un modello di Scuola Inclusiva a Tempo Pieno (AICS).

Oggi l’Alma Mater è coinvolta nel progetto “Potenciando la Escuela Inclusiva de Tiempo Pleno”: un intervento che ha l’obiettivo sostenere all’interno del sistema educativo l’inclusione sia dei bambini con disabilità che di quelli che si trovano in una situazione di svantaggio socio-economico e culturale. Per questo, sono state pensate sperimentazioni con innovazioni pedagogico-didattiche basate sui principi dell’educazione attiva e dell’inclusione. 

 

Il progetto si occupa di formare le figure chiave del sistema educativo sui temi dell’educazione inclusiva, favorendo così la nascita di processi di trasformazione tanto nelle scuole che sul territorio. E prevista anche la revisione in chiave inclusiva della formazione universitaria per gli insegnanti, attraverso un intervento di assistenza tecnica partecipata che coinvolge tanto il Ministero dell’Educazione di El Salvador che le università locali.

Per contrastare il rischio di ingresso nelle maras, le bande criminali del Paese, il progetto promuove inoltre proposte di vocational training per gli adolescenti salvadoregni, con un’attenzione particolare di chi sceglie di non continuare gli studi.

L’approccio con cui vengono pensate e realizzate queste attività è quello della ricerca-azione. Da un lato ci sono azioni di assistenza tecnica per i funzionari del Ministero dell’Educazione e dall’altro, al tempo stesso, le figure strategiche del sistema scolastico vengono formate e coinvolte nella messa a punto di innovazioni didattiche in alcune scuole pilota.

Nel 2016 il Ministero dell’Educazione ha poi affidato all’Università di Bologna la responsabilità scientifica della rielaborazione del processo di sviluppo del modello di “Escuela Inclusiva de Tiempo Pleno”. Lo studio, portato avanti da esperti italiani e salvadoregni su un campione di scuole, ha prodotto un documento strategico per la diffusione in tutto il Paese dell’esperienza educativa realizzata. Il documento è stato consegnato da UniBo, EducAid e l’AICS direttamente al Presidente della Repubblica di El Salvador, Salvador Sánchez Cerén, nel corso di un incontro che si è tenuto lo scorso dicembre. 

Nel suo complesso, il programma ha puntato sulla costruzione di una rete di attori diversi (istituzioni locali, ONG nazionali ed internazionali), favorendo anche l’assunzione di responsabilità da parte delle Università responsabili della formazione iniziale degli insegnanti. Coinvolgendo il Ministero dell’Educazione e le università locali, l’approccio adottato sta consentendo di diffondere in modo progressivo le politiche di inclusione in tutto il sistema educativo nazionale.

 

Collaborazioni:

  • EducAid
  • Ministero dell’Educazione di El Salvador (Mined)