vai al contenuto della pagina vai al menu di navigazione

VETBOME Formazione veterinaria nella regione del Tigrai - Etiopia

2 - Fame zero; Progetti in ambito di terza missione; Nord Africa; Africa subsahariana

REGIONE EMILIA ROMAGNA; 2019-2020

Il progetto è finanziato dalla regione Emilia Romagna nell'ambito dei progetti della cooperazione decentrata, ovvero degli interventi regionali per la cooperazione con i paesi in via di sviluppo e i paesi in via di transizione, la solidarietà internazionale e la promozione di una cultura di pace. Assieme a Vet For Africa, proponente del progetto, anche il Dipartimento di Scienze Mediche Veterinarie dell'Università di Bologna e la Facoltà di Veterinaria di Mekelle in Etiopia.

 

 

Il problema

Nonostante il patrimonio zootecnico dell’Etiopia sia uno dei più ricchi al mondo (60 milioni di bovini e 60 milioni di piccoli ruminanti), le produzioni sono insufficienti a soddisfare la domanda non solo della popolazione attuale, ma anche di quella prevista per i prossimi anni. Il miglioramento degli indici produttivi e la riduzione delle malattie del bestiame rappresentano, così, la sfida più urgente per il comparto zootecnico locale. Ed in questo il miglioramento delle competenze e della professionalità dei veterinari che la partecipazione al progetto dell'Alma Mater Studiorum - Università di Bologna, gioca un ruolo centrale.


L'obiettivo

Obiettivo generale del progetto è di migliorare le condizioni di salute degli animali e delle loro produzioni, ridurre i rischi zoonosici e incrementare la sicurezza dei prodotti di origine animale migliorando le competenze dei veterinari operanti sul territorio e nel servizio sanitario nazionale, le capacità didattiche del corpo docente del College of Veterinary Medicine (CVM) e l'istruzione a favore degli studenti undergraduate e postgraduate del CVM.


I beneficiari

Baricentro del progetto sono le attività formativo/didattiche a favore di varie categorie di beneficiari:

  • Studenti undergraduate e postgraduate (specializzandi e dottorandi) del CVM, a beneficio di una veterinaria migliore per il futuro;
  • Docenti del CVM, a beneficio di una educazioni di qualità nel presente e nel futuro;
  • Veterinari libero professionisti della regione del Tigrai, a beneficio di un’assistenza agli allevatori di migliore qualità ed efficacia;
  • Veterinari dipendenti del servizio sanitario nazionale della regione del tigrai, a beneficio di una sanità pubblica di qualità (one health) e di una maggiore tutela dei consumatori di prodotti di origine animale