vai al contenuto della pagina vai al menu di navigazione

AMITIE - Capitalizing On Development

EUROPEAID

Nell'ambito del programma Erasmus+, le azioni Jean Monnet puntano a promuovere in tutto il mondo l'eccellenza degli studi universitari sull'Unione europea. Le azioni Jean Monnet intendono gettare ponti tra docenti, ricercatori e responsabili politici dell'UE. L'accento viene posto sullo studio e la ricerca nel campo dell'integrazione europea e la comprensione del ruolo dell'Europa in un mondo globalizzato.

 

E’ un progetto di educazione allo sviluppo e alla cittadinanza globale cofinanziato dall'Unione europea nel quadro del Development Cooperation Instrument: il programma che punta a contrastare la povertà nel mondo e promuovere uno sviluppo equo e sostenibile in Europa.

Al centro di AMITIE CODE c’è l'intreccio tra migrazioni, diritti umani e sviluppo. Dire che c’è un collegamento tra sviluppo e migrazioni significa ricordare che le migrazioni derivano in gran parte dalla distribuzione ineguale delle risorse e delle ricchezze. E significa anche accettare che ogni nostra scelta di consumo ha un impatto sullo sviluppo del “Sud del Mondo”, e di conseguenza sui flussi migratori. Senza dimenticare che le migrazioni sono un motore di sviluppo economico, sociale e culturale sia per le comunità di accoglienza che per quelle di origine.

Non c'è sviluppo sostenibile, equo e duraturo senza che un consolidamento dei diritti delle popolazioni e delle comunità. Collegare i temi delle migrazioni e dei diritti umani significa riflettere sulle possibili cause delle migrazioni stesse, ricordando che ci sono diritti inviolabili di cui ogni essere umano è titolare, indipendentemente dalla sua cittadinanza o dal Paese in cui venga a trovarsi.

Al progetto partecipano 14 partner, tra Enti locali, Università e associazioni, di sei Paesi europei (Portogallo, Spagna, Francia, Italia, Germania e Lettonia). Un partenariato ampio che si concentra però sul livello locale, grazie al ruolo privilegiato delle città – contesti di interazione e coesione sociale – nel promuovere innovazione e cambiamento. Città che sono anche le istituzioni pubbliche più vicine ed accessibili, quelle che entrano a contatto nel modo più diretto con la popolazione e i suoi bisogni. E per questo sono anche le istituzioni più colpite dai cambiamenti portati dai flussi migratori, dalla crisi economica e dall'allentarsi della coesione sociale.

L'Università di Bologna – CIRSFID garantisce la supervisione scientifica del progetto mentre il capofila è il Comune di Bologna – Ufficio Cooperazione e Diritti umani.

AMITIE CODE vuole esaminare e proporre politiche per l'integrazione dei migranti nelle realtà amministrative, sociali e culturali delle società di accoglienza. E vuole sensibilizzare su questi temi la popolazione generale, a partire dai giovani, ma anche insegnanti, funzionari degli enti locali e attivisti dell'associazionismo migrante e tutti coloro che possano e vogliano aumentare l'impatto del progetto condividendone i contenuti.

Una web serie, una rassegna cinematografica, una app, un sito web e profili dedicati sui social network sono tutti strumenti messi in campo per coinvolgere il pubblico. A cui si è aggiunta l’edizione speciale 2015 del Terra di Tutti Art Festival, che in cinque giorni ha portato a Bologna e a Reggio Emilia più di 70 eventi.

Ci sono stati poi, in ognuno dei sei Paesi partner, percorsi di educazione informale nelle scuole e di formazione mirata per insegnanti e funzionari, realizzati sempre coinvolgendo le comunità migranti. Oltre ad educare, sensibilizzare e informare, il progetto vuole infatti produrre un impatto reale, un cambiamento, sperimentando un approccio basato sui diritti umani. Le amministrazioni partner sono così chiamate all'adozione di piani d'azione locali, nati in modo partecipato durante percorsi di formazione e pensati per rendere l'azione amministrativa uno strumento di concreta promozione e tutela dei diritti.

 

Coordinatore

  • Comune di Bologna – Ufficio Cooperazione e Diritti umani


Partner

  • Regione Emilia-Romagna - Region Emilia-Romagna (IT)
  • FAMSI (ES)
  • Câmara Municipal de Loures - City of Loures (PT)
  • Mairie de Toulouse - City of Toulouse (FR)
  • Rīgas Domes - Riga City Council (LV)
  • Alma Mater Studiorum - University of Bologna (IT)
  • CEI-IUL (PT)
  • Fundaciòn Sevilla Acoge - Sevilla Acoge Foundation (ES)
  • GVC (IT)
  • Hamburger Volkshochschule - Adult education college (DE)
  • Latvijas cilvēktisību Centrs - Latvian Centre for Human Rights (LV)
  • ECCAR
  • CITTALIA (IT)