vai al contenuto della pagina vai al menu di navigazione

NZEB - Near Zero Energy Building

Il concetto base di NZEB è costruire o convertire un edificio affinché abbia prestazioni ad altissima efficienza energetica. Il fabbisogno energetico molto basso o quasi nullo dovrebbe essere coperto in misura significativa da energia proveniente da fonti rinnovabili.

NZEB

OBIETTIVO

L’Università di Bologna intende muoversi in maniera proattiva verso il rispetto dell’art. 9 della EPBD 31/2010 che stabilisce che tutti gli edifici pubblici di nuova costruzione, a partire dal 31 dicembre 2018, siano ad energia quasi zero (NZEB). All’art. 2 della stessa direttiva viene stabilito il concetto base di NZEB: “un edificio ad altissima prestazione energetica”. Il fabbisogno energetico molto basso o quasi nullo dovrebbe essere coperto in misura significativa da energia proveniente da fonti rinnovabili. Costruire edifici NZEB non è semplice e costringe a scelte progettuali non propriamente intuitive. Inoltre i costi di realizzazione possono essere difficili da contenere per cui va sviluppata un’oculata analisi costi/benefici.

ATTIVITÀ

L’Università di Bologna ha un progetto particolarmente sfidante: trasformare un padiglione monumentale esistente, interno al complesso ospedaliero Policlinico Sant’Orsola- Malpighi, in NZEB. Si tratta del Padiglione 10 “Gozzadini” storicamente dedicato alla cura e allo studio delle malattie pediatriche. L’edificio, costruito all’inizio del secolo scorso, sarà ristrutturato e dedicato a servizi per gli studenti (aula, sale studio, biblioteca). Nel 2018 è stata avviata la progettazione definitiva dell’opera. È inoltre in corso l’interlocuzione con la competente Soprintendenza per condividere la linea progettuale di recupero del corpo aula, costruito successivamente, nella maniera più coerente col resto dell’edificio storico. AUTC mira a bandire la gara per i lavori nel 2020.