vai al contenuto della pagina vai al menu di navigazione

25 OTTOBRE

 

Dozza (Bo)

Rocca di Dozza

Piazza della Rocca

Ore 10.30-12.30 e 15.00-18.00

Mediante ricostruzioni di abiti, armi e armature, allestimenti di antichi mestieri e professioni dimenticate nei locali della Rocca, visite guidate e dimostrazioni di scherma antica e tiro con l’arco, si respira di nuovo l’atmosfera del periodo medievale e rinascimentale. Ingresso con il biglietto del Museo della Rocca. A cura della Società dei Vai.

Per info: 0542 678240

 

Bologna

Museo di Arti e Mestieri “Pietro Lazzarini”

Via Gualando, 2

Ore 16.30

La bellezza del Parco dei Gessi bolognesi tra Geologia, Storia, Natura e Mistero.

 I Pipistrelli: SUPERMAMMIFERI delle grotteConferenza di David Bianco.

Non sono supereroi ma “vedono” nel buio assoluto e volano con le mani!

Tutti sanno cosa sono i pipistrelli, ma pochi conoscono la straordinaria storia naturale di questi piccoli mammiferi.

Temuti e spesso odiati ingiustamente, sono in realtà animali intelligenti, sociali, longevi, specializzati, fragili, e anche belli.

Le grotte sono il loro regno... ma non solo!

 

Pipistrelli e altri misteriosi abitanti. Laboratorio.

Laboratorio con materiali naturali e di recupero, a cura di Giovanna Barbieri, Orto botanico di Modena. 

 

Ore 20.30

Associazione Culturale dei Castelli in Aria - ONLINE

Abbazia a sorpresa!. Visita guidata con animazione teatrale in costume all’ Abbazia dei santi Fabiano e Sebastiano di Badia di Monte San Pietro e relativo museo.

La Badia del Lavino è un Abbazia del IX secolo poco nota ma recentemente restaurata dal Comune diMonte San Pietro con fondi europei e fatta sede del museo del territorio. Si trova lungo i sentieri naturalistici che l’Assessorato al Turismo e Promozione del Territorio Comune di Monte San Pietro sta valorizzando e promuovendo (www.cuorecollibolognesi.it).

Durante la visita guidata esplicativa, di una nostra attrice, man mano prenderanno vita i vari protagonisti che hanno contribuito a fare la storia del monastero. In modo spiritoso, ma mantenendo assolutamente il rigore e la filologicità dei fatti storici, i vari personaggi, usciranno a sorpresa e racconteranno in prima persona la loro storia, interagendo col pubblico. Verrano anche raccontati aneddoti, curiosità relativi al territorio e gli attori si esprimeranno non solo recitando, ma anche cantando dal vivo episodi della storia narrata.