Energia e risorse naturali

L’umanità sfrutta risorse naturali ed energia in modo insostenibile. È necessario intervenire attraverso tre azioni: sostituzione di fossili con energie rinnovabili, uso circolare delle risorse, riduzione degli sprechi

Alberto Bellini -

La ricerca

La mia attività di ricerca è indirizzata allo studio di soluzioni per favorire la transizione da un sistema di produzione energetica che utilizza combustibili fossili a un sistema a emissioni zero basato sulle fonti energetiche rinnovabili. Sole, vento e acqua possono essere utilizzate per produrre energia con tecnologie mature quali fotovoltaico, eolico e idroelettrico.  
In particolare, mi occupo di due settori principali. Primo, la conversione di energia da fonti rinnovabili, ovvero il progetto di convertitori elettronici di potenza ad alto rendimento che riducono le perdite per rendere massima l'energia prodotta a parità di irraggiamento o vento. Secondo, sistemi di accumulo elettromeccanico dell'energia elettrica. L'energia può essere accumulata in grandi sistemi meccanici invece che attraverso batterie chimiche. Questo riduce l'uso di elementi pregiati e rari, come il litio, e allunga il tempo di vita: un accumulo elettromeccanico può rimanere in esercizio 20-30 anni, mentre una batteria chimica ha una durata decisamente inferiore. 

 

Benefici attesi

I combustibili fossili utilizzati per la produzione di energia sono responsabili di almeno tre quarti delle emissioni climalteranti. La sostituzione di fossili con fonti energetiche rinnovabili darebbe la possibilità di produrre energia a emissioni zero, ottenendo molteplici effetti positivi: la riduzione dell’inquinamento e del conseguente riscaldamento globale, la diminuzione del consumo di risorse naturali che una volta esaurite non è possibile ripristinare, e lo sviluppo di una nuova democrazia energetica che porti al superamento dei conflitti per l’accaparramento delle materie prime. Inoltre, dal punto di vista sociale, potrebbe garantire un'elevata occupazione, in quanto il numero di occupati per unità di energia prodotta è maggiore per le rinnovabili rispetto ai fossili. 

Un progetto di

Alberto Bellini

Professore associato

Dipartimento di Ingegneria dell'Energia elettrica e dell'Informazione "Guglielmo Marconi"

Vai al sito

Parole chiave

produzione energetica

fonti energetiche rinnovabili

energia a emissioni zero

irraggiamento

democrazia energetica

sole

vento

sistemi di accumulo elettromeccanico

convertitori elettronici di potenza